Taglio dei parlamentari, via libera della Cassazione al referendum. Il quesito sostenuto dalle firme di 71 senatori è conforme alla Costituzione

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Via libera dalla Cassazione al referendum sul taglio dei parlamentari. L’Ufficio centrale per il referendum della Corte ha infatti dichiarato che la richiesta di referendum sul testo di legge costituzionale recante “modifica degli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari”, sostenuto dalla firma di 71 senatori contrari alla riduzione di 345 parlamentari, è conforme all’articolo 138 della Costituzione. La Suprema Corte ha quindi accertato la legittimità del quesito referendario. Spetterà ora al presidente della Repubblica indicare la data del referendum con un suo decreto su proposta del Consiglio dei ministri che dovrà essere convocato entro 60 giorni a partire da oggi. Il referendum potrebbe tenersi tra gli ultimi giorni di marzo e la prima domenica di giugno.