Tennis e polemiche al Foro italico. Al via la nuova edizione degli Internazionali di Roma. Colpo di Malagò contro lo scippo dei fondi al Coni

di Sofia Pucci
Cronaca

Il tempo di presentare in mattinata, nella solenne cornice di Palazzo Chigi, la 76esima edizione degli Internazionali di Tennis 2019 che ecco servita, a stretto giro, la prima polemica. Non proprio soft. “Ho trovato assolutamente fuori luogo le sue parole in questo contesto”. Ha risposto così il numero uno del Coni, Giovanni Malagò, alle dichiarazioni del presidente della Federtennis, Angelo Binaghi, in merito alla nuova società “Sport e Salute” con cui “finalmente i criteri dei finanziamenti alle federazioni saranno oggettivi, meritocratici e definiti”.

Per il capo del nostro sport “i contributi alle federazioni non c’entravano assolutamente nulla e le considerazioni di Binaghi non corrispondono al vero. Non capisco – ha aggiunto – quali potrebbero essere criteri più oggettivi di quelli portati avanti dal Coni, visto che i parametri sono stati sempre voluti sia dalla commissione alla quale lui ha sempre fatto parte sia dal Consiglio nazionale che le ha sempre sostenute e votate. Ma penso che i suoi colleghi presidenti condividano la mia opinione, mi sento di dire in maniera quasi unanime”. Game, set and match. Detto questo, qualche cifra.

La 76esima edizione degli Internazionali Bnl d’Italia è in programma dal 6 al 19 maggio al Parco del Foro Italico e vanta numeri in crescita: in totale, alla fine della scorsa settimana, la prevendita aveva già fruttato un incasso di oltre 7 milioni di euro, con un incremento dell’11% rispetto al 2018. Binaghi insiste e gonfia il petto: “La nostra finale incassa 2 milioni di euro in uno stadio quattro volte più piccolo dello Juventus Stadium. Il valore economico complessivo del torneo è di oltre 100 milioni di euro. È l’evento sportivo più importante del nostro Paese a cadenza annuale e senza un soldo pubblico”.

Dal 2011 il torneo si gioca con la formula combined event: le gare del tabellone femminile si alternano a quelle del maschile. Nella stessa giornata, come nei quattro tornei del Grande Slam, sarà possibile ammirare il numero uno al mondo Novak Djokovic, il due del ranking Atp, il Re della terra rossa Rafa Nadal e gli altri top player come Thiem, Coric e Cilic e i Next Gen Alexander Zverev (vincitore nel 2017 e finalista lo scorso anno). Nella entry list è presente anche Roger Federer, ma sulla effettiva presenza del fenomeno svizzero aleggiano molti dubbi. Tra le donne ci sarà Serena Williams, che torna al Foro Italico dopo tre anni e Maria Sharapova.

Folta la truppa azzurra: da Camila Giorgi e Sara Errani a Fabio Fognini, Andreas Seppi, Marco Cecchinato e Matteo Berrettini. In chiusura annuncio importante della sindaca Virginia Raggi: “Siamo in dirittura d’arrivo per la famosa copertura del Centrale, che permetterà di ospitare lo sport nell’impianto del Foro Italico per 365 giorni l’anno, e ne siamo molto contenti”.