Terza dose, la platea sarà di circa 3 milioni di persone. Figliuolo: “Entro settembre partiremo con il richiamo. Priorità agli immunocompromessi”

La Commissione tecnico scientifica dell'Aifa ha dato il via libera formale alla somministrazione della terza dose del vaccino anti-Covid.

La Commissione tecnico scientifica dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa), come anticipato ieri, ha dato il via libera formale alla somministrazione della terza dose del vaccino anti-Covid. La priorità sarà data, in una prima fase, ai soggetti immunodepressi.

VACCINAZIONE DEL PERSONALE SCOLASTICO AL MUSEO NAZIONALE SCIENZA E TECNICA LEONARDO DA VINCI

“Ci stiamo preparando” per le somministrazioni della terza dose, ha detto il Commissario per l’emergenza Covid-19, Francesco Paolo Figliuolo, “stiamo affinando le platee per poter dare un richiamo a coloro che ne hanno più necessità, quelli che in maniera clinica vengono chiamati immunocompromessi. Si stima una platea di circa 3 milioni”.

“Ho sentito il ministro Speranza, stiamo chiudendo i protocolli e poi il Cts dell’Aifa – ha aggiunto il Commissario -, che è l’organo competente, darà le sue indicazioni credo entro il fine settimana, poi ci organizzeremo ed entro il mese di settembre partiremo con questo richiamo”.

Leggi anche: Via libera alla terza dose del vaccino anti-Covid. C’è il parere favorevole dell’Aifa. Toccherà prima a fragili e immunodepressi. Poi agli over 80 e tra gennaio e febbraio agli operatori sanitari.

Seguici su Facebook, Instagram e Telegram