Terza dose, la platea sarà di circa 3 milioni di persone. Figliuolo: “Entro settembre partiremo con il richiamo. Priorità agli immunocompromessi”

terza dose vaccini
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

La Commissione tecnico scientifica dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa), come anticipato ieri, ha dato il via libera formale alla somministrazione della terza dose del vaccino anti-Covid. La priorità sarà data, in una prima fase, ai soggetti immunodepressi.

“Ci stiamo preparando” per le somministrazioni della terza dose, ha detto il Commissario per l’emergenza Covid-19, Francesco Paolo Figliuolo, “stiamo affinando le platee per poter dare un richiamo a coloro che ne hanno più necessità, quelli che in maniera clinica vengono chiamati immunocompromessi. Si stima una platea di circa 3 milioni”.

“Ho sentito il ministro Speranza, stiamo chiudendo i protocolli e poi il Cts dell’Aifa – ha aggiunto il Commissario -, che è l’organo competente, darà le sue indicazioni credo entro il fine settimana, poi ci organizzeremo ed entro il mese di settembre partiremo con questo richiamo”.

Leggi anche: Via libera alla terza dose del vaccino anti-Covid. C’è il parere favorevole dell’Aifa. Toccherà prima a fragili e immunodepressi. Poi agli over 80 e tra gennaio e febbraio agli operatori sanitari.