Thailandia, scovato un cunicolo nella grotta a 200 metri dai ragazzi. Ossigeno in calo e piogge in arrivo: non c’è tempo da perdere per salvargli la vita. Intanto è morto un soccorritore

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Si apre uno spiraglio per i ragazzi della squadra di calcio intrappolati nel tunnel in Thailandia. La speranza sarebbe un cunicolo individuato dagli scavatori dal diametro di circa un metro a 150-200 metri dal punto dove si trova il gruppo. La situazione resta piuttosto complicata: nella grotta c’è sempre meno ossigeno e le previsioni meteo non lasciano presagire nulla di buono con la possibilità di nuove piogge. “Le possibilità di avvicinarsi sono alte”, ha detto il presidente degli ingegneri tailandesi.

La notte scorsa, inoltre, un sub di 38 anni che era impegnato nel trasporto delle bombole è rimasto senza aria ed è morto. Non si capisce se per carenza di ossigeno durante l’immersione o malfunzionamento della bombola. Occorre fare in fretta, le iniziali previsioni sembrano essere state già smentite dai fatti. Si parlava inizialmente anche di tre-quattro mesi per tirare fuori il gurppo dalla grotta. Ma tra ossigeno mancante e piogge in arrivo, non c’è più tempo da perdere.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La solita Lega di Lotta e di Governo

Con la maggioranza gialloverde aveva fatto incassare bene al botteghino elettorale. Quindi niente di strano se torniamo a vedere il film della Lega di lotta e di governo. Il copione è sempre lo stesso. Salvini promette cose impossibili, illudendo un’Italia stremata dalle misure anti-Covid che

Continua »
TV E MEDIA