Torna il terrore in Sri Lanka: nuova esplosione a Colombo. Ferito anche il cronista di Repubblica. La Farnesina: finora nessuna notizia di vittime tra gli italiani

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Nuova esplosione lunedì pomeriggio nella capitale dello Sri Lanka, Colombo, dove il giorno di Pasqua una serie di attentati ha causato quasi 300 morti e 500 feriti. Un ordigno inesploso è detonato vicino alla chiesa di Sant’Antonio, mentre gli artificieri lo stavano disinnescando. La deflagrazione ha scatenato il panico e la fuga dei presenti e alcune persone sono rimaste ferite in modo lieve: tra loro, come riporta il sito del quotidiano, anche il giornalista di Repubblica Raimondo Bultrini. La polizia, che ha arrestato 24 persone sospette, ha trovato 87 detonatori vicino alla principale stazione di autobus della capitale. Dodici erano sparpagliati a terra e più tardi altri 75 sono stati trovati in una vicina discarica. Un pacco sospetto è stato poi individuato a Fort, distretto finanziario di Colombo: l’area è stata evacuata e la polizia la sta ispezionando.

Intanto cominciano ad emergere i nomi delle vittime. Alma, Astrid, Agnes e Alfred sono i quattro figli del miliardario danese, patron del colosso dell’abbigliamento ‘low cost’ Asos: erano in Sri Lanka, in vacanza, in uno degli alberghi teatro degli attentati, e tre di loro non ci sono piu’. La tragica notizia e’ stata confermato da un portavoce che ha chiesto “sia rispettata la privacy della famiglia”. Anders Holch Povlsen, 46 anni, è l’uomo più ricco di Danimarca con un patrimonio netto stimato in 7 miliardi di euro da Forbes. E’ anche il più grande proprietario terriero della Scozia dove, nelle Highlands, ha acquistato una serie di proprietà storiche per preservarle e lasciarle alle generazioni future. Ha avuto 4 figli con la moglie, Anne Storm. Il miliardario era in vacanza con la famiglia per Pasqua: sono sopravvissuti solo lui, la compagna e uno dei ragazzini. Qualche giorno prima degli attentati Alma aveva scattato una foto dei tre fratelli -Astrid, Agnes e Alfred- a bordo piscina. Non e’ chiaro chi, dei quattro fratelli, sia morto.

“Finora non risultano vittime italiane ma prosegue il lavoro dell’Unita’ di Crisi della Farnesina e dell’ambasciata d’Italia a Colombo per le opportune verifiche”. Lo si apprende da fonti del ministero degli Esteri, interpellate al riguardo sulla strage di Pasqua in Sri Lanka.

Intanto l’Interpol sta dispiegando un suo team nello Sri Lanka per partecipare alle indagini sugli attentati dinamitardi.