Torna Report. La “vecchia zia” Gabanelli dà l’in bocca al lupo alla sua creatura. Ranucci parte con i fondi del Cnr finiti alla mafia

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Torna Report, ma Milena Gabanelli questa sera non sarà alla conduzione del programma. Dopo vent’anni, per la prima volta, staserà non sarà al timone del programma. Ma come vivrà l’esordio stagionale del suo storico programma il suo simbolo Milena Gabanelli? La giornalista, ospite di Un Giorno da Pecora su Radio1, ha spiegato: “Stasera vedrò la puntata a casa, come una vecchia zia. Che dirà “li avrei fatto così, di là avrei fatto in quest’altro modo”. Ma comunque tifando come una pazza, anche perché ha contro una corazzata come Montalbano”. Sigfrido Ranucci ha detto che guidare il programma dopo di lei è un po’ come prendere l’Inter dopo Mourihno. “Ma io ho sempre tifato per il Milan, fin da piccola…”, ha risposto divertita la giornalista.

Insomma dopo anni di conduzioni e prime serate, questa sera la Gabanelli cederà il posto al nuovo conduttore. Come sempre in questi casi il vero giudice del successo del programma sarà il pubblico che deciderà quanto conta l'”effetto Gabanelli” su Report.

Ma Ranucci parte con inchieste molto delicate e interessanti. Si parla, infatti, dei fondi elargiti dal Cnr senza controlli tanto da finire nelle mani del capomafia Matteo Messina Denaro e gli accordi sotto banco dei cuochi stellati con critici gastronomici e case fornitrici dei prodotti. Queste le due inchieste centrali nella prima puntata della nuova stagione di Report, che parte stasera (21.30) su Rai3 e andrà avanti per undici appuntamenti.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La politica che ama il Medioevo

Va bene che la destra è conservatrice e quella italiana addirittura preistorica, ma quando ieri le cronache parlamentari narravano della Meloni che ha scritto a Salvini per accordarsi sui candidati alle amministrative non poteva che scapparci da ridere. Ma come: stanno sempre col telefonino in

Continua »
TV E MEDIA