Trash in tv e polemiche, sospeso Radio Belva

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Sospeso dopo la prima puntata il programma di Rete 4 Radio Belva. Giuseppe Cruciani e David Parenzo hanno deluso negli ascolti e spaccato la critica. La media dei telespettatori davanti al video è stata di 670.000, per uno share del 2,79%. Ha fatto peggio anche di Linea gialla, il programma di Salvo Sottile che su La7 ha avuto una partenza lenta rispetto alle attese. Radio Belva è un talk show in cui si parla per tre ore di nulla. Non c’è una notizia, né un’informazione. In pratica non è un talk che informa. Ci sono però trash a volontà, insulti, offese, parolacce. Nella prima puntata c’è da sottolineare la lucidità di Paolo Villaggio e il solito teatrino di Vittorio Sgarbi, che con Cruciani (che come mito ha Gianfranco Funari) ha sfiorato la rissa televisiva.

«Radio Belva torna ai box. La nuova trasmissione di Cruciani e Parenzo ha provato a fare un giro di pista, ma è finita fuori alla seconda curva: ieri sera ho visto cose che non si possono vedere in onda, e che non possiamo e non dobbiamo permetterci di trasmettere – ha spiegato il direttore generale informazione Mediaset  Mauro Crippa – Spesso ci si lamenta perché la televisione non tenta nuovi format e nuovi volti, ma come sappiamo la strada della sperimentazione è piena di insidie e inevitabilmente anche di errori che devono essere corretti. Il prototipo di Radio Belva, dunque, rientra in officina per la messa punto. E per tornare prossimamente in gara nelle forme e nei modi che vi faremo sapere al più presto».