Trump incassa un doppio colpo sull’immigrazione. Non ci sono fondi per il muro col Messico. Bloccato anche il decreto contro le città pro-migranti

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Niente muro al confine col Messico, almeno per ora. Perché non ci sono i soldi per realizzarlo. La barriera per respingere i migranti promessa da Donald Trump in campagna elettorale non potrà essere realizzata perché, come evidenziato dalla sua consigliera Kellyanne Conway, nella legge di spesa non ci sono i fondi.

Allo stesso tempo la consigliera non ha escluso che il progetto possa essere realizzato in futuro, visto che resta nella scala delle priorità del presidente americano.  “Non fatevi dire dai media fasulli che ho cambiato idea sul muro. Sarà costruito e fermerà droga e traffico di esseri umani”, queste le parole affidata a Twitter dal magnate.

Un colpo dopo un altro per Trump, perché un giudice federale di San Francisco ha bloccato il decreto con il quale Trump prevedeva di tagliare i fondi alle grandi metropoli che accolgono e proteggono gli immigrati. Il secondo colpo in tema immigrazione dopo quello del “Muslim ban”, la norma che impediva l’ingresso negli Stati Uniti d’America alle persone provenienti da sei paesi a maggioranza musulmana. La nuova misura di Trump puntava a far collaborare maggiormente le autorità federali sulla stretta contro l’immigrazione illegale. Il ricorso è stato presentato da due contee californiane, San Francisco e Santa Clara, che avrebbero rischiato di perdere miliardi di dollari. La presidenza americana farà ricorso in appello.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quell’asse Draghi-Renzi sui Servizi

A volte guarda che strane le coincidenze! Il direttore del Dis (il coordinamento dei Servizi segreti) Gennaro Vecchione informa il Copasir, cioè il Parlamento, che lo 007 Marco Mancini ha incontrato Matteo Renzi nell’autogrill di Fiano Romano senza informare i superiori, e 48 ore dopo

Continua »
TV E MEDIA