Ucraina, ancora scontri al confine. L’Europa allunga le sanzioni per Putin. Almeno per altri sei mesi

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Ancora sanzioni dell’Unione Europea nei confronti della Russia di Vladimir Putin. Bruxelles, infatti, ha fatto sapere che le misure contro Mosca continueranno per altri 6 mesi, fino al 15 marzo 2016. Le sanzioni colpiscono 149 persone e oltre 37 entità private e statali e consistono nel congelamento dei beni e nello stop ai visti alle persone e ai rappresentanti delle aziende. Il prolungamento delle sanzioni deriva dal fatto che negli ultimi mesi la situazione non è cambiata di una virgola, con gli scontri che continuano al confine. Gran parte delle persone risiedono nelle zone ora in mano ai separatisti, le auto-proclamate repubbliche di Donetsk e Lugansk, ma anche in Crimea, che è passata sotto il controllo della Federazione russa nel 2014.