Ucraini uccidono soldati russi disarmati: il video che fa scalpore

Ucraini uccidono soldati russi disarmati
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Ucraini uccidono soldati russi disarmati: da una parte i bombardamenti russi non si fermano, dall’altra i soldati ucraini non hanno pietà. Mariupol, ha detto questa mattina il presidente Zelensky in un intervento al Parlamento greco, “era una città di mezzo milione e ci sono ancora circa 100.000 persone. Ma non c’è praticamente nessun edificio integro”. Mentre nelle ultime ore sta circolando un video che sta facendo scalpore per il cinismo e la freddezza dei soldati ucraini.

Ucraini uccidono soldati russi disarmati

In un filmato pubblicato online e verificato dal New York Times si vedono soldati ucraini che uccidono soldati russi catturati fuori da un villaggio a ovest di Kiev. Dalle immagini sembra che la zona sia a circa 7 miglia da Bucha, proprio la cittadina in cui si sono scoperti i massacri nei giorni scorsi.

“È ancora vivo – si sente nel video -. Filma questi predoni. Guarda, è ancora vivo. Sta ansimando” dice un uomo mentre un soldato russo con una giacca tirata sopra la testa, apparentemente ferito, viene visto ancora respirare in una pozza di sangue. Un soldato poi spara all’uomo due volte. Dopo che l’uomo continua a muoversi, il soldato gli spara di nuovo, uccidendolo.

Il video che fa scalpore

Il video che sta girando sui social e in rete sta facendo davvero scalpore. La freddezza e il cinismo dei soldati non ha bandiera né giustizia. Soprattutto l’esultanza che segue gli spari fa ancora più riflettere l’atrocità di un conflitto che è ingiusto da entrambe le parti.

“Questi non sono nemmeno umani”, dice un soldato ucraino nel video mentre cammina tra i veicoli distrutti, aggiungendo che due luogotenenti russi sono stati fatti prigionieri. Dopo fa scalpore sentire e vedere esultare un soldato ripreso in primo piano: “gloria all’Ucraina”. Secondo un’agenzia di stampa ucraina il video e il suo contenuto sono  opera della “Legione georgiana”, un’unità paramilitare di volontari georgiani che si è formata per combattere per conto dell’Ucraina nel 2014.