Un Paese in svendita. Mani francesi anche sulle nostre autostrade. Il fondo transalpino Ardian diventa socio del gruppo Gavio

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

I francesi si pappano pure una bella fetta delle nostre autostrade. Si dà infatti il caso che il fondo transalpino Ardian sia pronto a diventare socio del gruppo Gavio, il più grosso concessionario autostradale italiano dopo la famiglia Benetton (Atlantia-Autostrade). Sta di fatto che Aurelia srl, la holding finanziaria della famiglia presieduta da Beniamino Gavio, e il fondo francese hanno concluso con esito positivo il processo di due diligence avviato da quest’ultimo secondo quanto previsto nel memorandum of understanding non vincolante sottoscritto tra le parti il 27 aprile scorso. A seguito di questo esito, ha spiegato ieri una nota, è stato avviato l’iter di finalizzazione degli accordi definitivi che si prevede possano essere perfezionati nel corso delle prossime settimane.Come comunicato lo scorso aprile, la formalizzazione di queste intese è funzionale a sviluppare una partnership destinata al rafforzamento del gruppo Astm-Sias  (Gavio) nel settore delle infrastrutture. E prevede la costituzione di una nuova società nella quale verrà trasferita mediante scissione la partecipazione di controllo di Astm  e Sias. Secondo le linee del memorandum of understanding, Aurelia manterrà il controllo della nuova società, e quindi di Astm  e Sias, mentre Ardian acquisirà da Aurelia una quota di minoranza, pari al 40%, della nuova società. E’ appena  il caso di ricordare che il gruppo Gavio è forte della gestione di circa 4mila chilometri di autostrade, soprattutto tra Italia e Brasile. Su tutto questo potranno presto mettere bocca i francesi.