Usa, è ora che il Congresso dica basta alle armi facili. Ragazzo di undici anni uccide bimba di otto. Arrestato per omicidio volontario

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Vietare le armi facili è la prossima sfida di Obama, tante volte annunciata e altrettante disattesa. Nel frattempo continuano le morti assurde negli Stati Uniti dove a rimetterci con la vita è una bambina di otto anni. Uccisa dopo essere stata colpita al petto,  a White Pine in Tennessee, da un proiettile che sarebbe stato sparato da un bambino di 11 anni secondo una prima ricostruzione della Polizia. Il bimbo di 11 anni è stato arrestato dallo sceriffo della contea ed è accusato di omicidio volontario. La polizia ha trovato un fucile calibro 12 di proprietà del padre. La madre della piccola uccisa ha spiegato che la figlia stava giocando nel giardino di casa quando le si è avvicinato il bambino, che abita nella casa accanto, chiedendole di poter giocare con il suo cagnolino. La bambina gli ha risposto ‘no’ e poco dopo il bambino le ha sparato.