Usa, parte la corsa democratica per le presidenziali 2016. Tra i cinque candidati nel primo duello spicca la Clinton. Ma il fair play di Sanders le darà filo da torcere

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Il primo dibattito fra i candidati democratici alla Casa Bianca se lo è aggiudicato Hillary Clinton. Altro protagonista è stato Bernie Sanders. E’ il Washington Post a stilare le pagelle: “Sono state le sue due ore migliori da quando si è candidata. Ma il “socialista” Sanders sa tenerle testa, mostrando tutta la passione di cui e’ capace. Gli altri tre candidati – O’Malley, Webb e Chafee – ridotti quasi a comparse”.

Fair play anche sullo scandalo email che avrebbe potuto mettere in difficoltà Hillary. Il candidato Sanders ha tuonato “Gli americani sono stufi di sentir parlare delle tue dannate email”, tra gli applausi anche della Clinton, che l’ha ringraziato e gli ha anche stretto la mano. “Bisogna parlare dei problemi reali”. Lo scontro tra i due c’è stato soprattutto sulla politica estera, le armi e il programma di spionaggio Nsa. La Clinton ha dichiarato guerra alla potente lobby della armi; Sanders ha auspicato una soluzione “di buon senso”, mentre afferma che da presidente cancellerebbe subito il programma di spionaggio della Nsa.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA