Usa verso lo shutdown. Migliaia i dipendenti pubblici a rischio

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Soltanto un accordo dell’ultima ora potrebbe salvare la situazione ma per il momento Democratici e Repubblicani statunitensi continuano a non trovare un compromesso. Per questo, a mezzanotte il governo americano potrebbe chiudere molti dei propri servizi. Non si tratta ancora del default, ma questo arresto comporterà comunque una riduzione radicale dell’attività governativa, a causa della mancanza di fondi. A essere garantite, saranno tutte spese “obbligatorie”, come quelle sanitarie,  le pensioni, i buoni alimentari, gli assegni di disoccupazione. Resteranno in funzione anche il sistema postale, gli ospedali, le carceri, il controllo aereo con relativa ‘assistenza e i controlli alle frontiere. Ma subiranno un arresto, un ridimensionamento che potrebbe condurre alla chiusura, dipartimenti come quello all’Educazione e gli uffici dell’immigrazione.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La stampa e la sindaca deficiente

Le confidenze di Urbano Cairo ad alcuni tifosi del suo Torino hanno svelato cosa pensa questo editore (Corriere della Sera, La7 e altro ancora) della sindaca M5S Chiara Appendino, definita con fallo da Var, espulsione e retrocessione “deficiente”. Ma non c’è bisogno di videocamere nascoste o

Continua »
TV E MEDIA