Vacanze con i nonni, la vera salvezza delle famiglie italiane. Per i nipoti spendono in media 440 euro a bambino. E a settembre devono stringere la cinghia

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

I nonni sono la salvezza dei genitori, soprattutto durante le vacanze estive. Rappresentano un valido aiuto quando non si hanno ferie sufficienti a coprire tutti i giorni liberi dei bambini o quando la coppia ha il desiderio di trascorrere qualche momento di relax lontano dai soliti obblighi. Godersi i nipoti e occuparsi di loro è una gioia, ma non è facile, in particolare dal punto di vista economico. Secondo il potente motore di ricerca di voli e hotel www.jetcost.it i nonni italiani arrivano a spendere una media di 440 euro a bambino durante le vacanze.

Il team di Jetcost ha realizzato un sondaggio nell’ambito di uno studio più ampio sulle vacanze in famiglia degli europei, specialmente quelle con bambini. Si è preso in considerazione un campione di circa 3.000 nonni (500 di ogni nazionalità tra inglesi, spagnoli, italiani, tedeschi, portoghesi e francesi) tutti di età superiore ai 50 anni, con almeno un nipote di età inferiore ai 15 anni con il quale erano stati in vacanza; inizialmente gli è stato chiesto se erano andati in vacanza con i nipoti e quasi tre quarti degli intervistati (il 72%) hanno risposto in modo affermativo. Quando gli è stato poi domandato se avevano contribuito a pagare le vacanze dei piccoli, due terzi dei nonni (il 60%) hanno ammesso di averle spesate interamente.

Inoltre, alla domanda su quanto, più o meno, potevano aver speso per qualche giorno da trascorrere con loro, tenendo conto di viaggio, hotel, attrazioni, cibo, bevande, regali, giocattoli e capricci vari, la cifra media per bambino è risultata di 440 euro.

Tutti gli intervistati che hanno detto di essere stati in vacanza con i nipoti, ma senza genitori, hanno spiegato perché questi ultimi non erano andati con loro, e queste sono state le risposte più comuni:

1. I genitori non avevano giorni di vacanze sufficienti per poter partecipare alle vacanze in famiglia (il 45%). 2. I genitori non potevano permettersi di portare i bambini in vacanza e li abbiamo portati noi (il 32%). 3. Così i genitori hanno avuto qualche giorno per se stessi (il 21%).

Per quanto riguarda i dati a livello europeo, gli italiani sono al quarto posto nella classifica di quanti soldi spendono i nonni per i loro nipoti durante le vacanze:

1. Tedeschi: 736 euro
2. Britannici: 700 euro
3. Spagnoli: 604 euro
4. Italiani: 440 euro
5. Portoghesi: 436 euro
6. Francesi: 415 euro

Un portavoce di Jetcost ha dichiarato: “È un bene che i nonni possano andare in vacanza con i nipoti e trascorrere qualche giorno con loro; i bambini li adorano, loro possono coccolarli e viziarli e allo stesso tempo i genitori possono prendersi una piccola pausa. Detto questo, però, è importante non abusare della generosità degli anziani e della loro tendenza a voler pagare tutto, perché le spese possono essere elevate; noi di Jetcost suggeriamo ai genitori di non approfittarsene e a quelli che non possono contribuire molto a livello economico per la vacanza, di aiutare almeno con altri compiti, per evitare che tutte le responsabilità ricadano sui poveri nonni”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La politica che ama il Medioevo

Va bene che la destra è conservatrice e quella italiana addirittura preistorica, ma quando ieri le cronache parlamentari narravano della Meloni che ha scritto a Salvini per accordarsi sui candidati alle amministrative non poteva che scapparci da ridere. Ma come: stanno sempre col telefonino in

Continua »
TV E MEDIA