Vaccini: quando iniziano le prenotazioni per i 50enni

vaccini
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Quando iniziano le prenotazioni per la vaccinazione dei 50enni? In alcune regioni nella faccia 55-59 anni sono già cominciate e presto verranno estese alla fascia 50-54 anni, mediamente entro una settimana.

Vaccini: quando iniziano le prenotazioni per i 50enni

In Veneto, Campania, Sicilia, Lazio, Piemonte e Trentino le prenotazioni per il vaccino contro il coronavirus dei 50enni sono già iniziate con le adesione. Le Regioni apriranno le prenotazioni per tutti a partire da lunedì 10 maggio. Le somministrazioni quindi saranno operative a partire dalla seconda metà di maggio, probabilmente già da lunedì 17. Dal 13 maggio in poi cominceranno le punture in alcune regioni come la Sicilia.

Nella fascia 50-59 anni sono in testa Molise, Abruzzo, Basilicata e le province autonome di Trento e Bolzano. Tocca ai 50enni perché la campagna sta entrando nella fase massiva in parallelo alla disponibilità di milioni di dosi. A maggio ne sono previste 17 milioni. A giugno altre 25. Conside- rando che il 10%, cioè 1,7 milioni di dosi, serve come scorta per garantire i richiami, significa che a maggio si può andare con una velocità poco inferiore alle 500 mila punture quotidiane. Restano i 15,3 milioni di dosi disponibili su un arco di 31 giorni.

Secondo Istat sono 9.466.362 gli italiani da coinvolgere, in via prevalente con i vaccini a Rna messaggero come Pfizer e Moderna. Ma torneranno utili anche J&J e AstraZeneca, al momento su base volontaria. Intanto il report settimanale del Commissario all’emergenza, diffuso in serata, dice che è salita all’87% la quota degli over 80 (in tutto sono 4.532.890 persone) vaccinati con la prima dose, mentre ha completato il ciclo il 72%. Nella fascia d’età compresa tra 70 e 79 anni (6.032.659 persone) la prima iniezione è stata fatta dal 69%, la seconda dal 14%. In testa tra le regioni che hanno somministrato la prima dose agli anziani ci sono la Provincia di Trento e il Veneto; in coda Calabria e Sicilia. Quasi completata, inoltre, la prima somministrazione ai 374.908 ospiti delle Rsa (97%), mentre l’81% è immunizzato. Il personale sanitario è al 96% per la prima dose e all’81% per la seconda.

Leggi anche: Alessandra Laterza: la libraia che non venderà il libro di Giorgia Meloni: “So’ scelte, mejo pane e cipolla”

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Una destra tutta suonata

La Sinistra ha stravinto le elezioni, ma c’è poco da festeggiare quando il successo arriva per abbandono dell’avversario, che già dopo il primo turno barcollava più di un pugile suonato. Nonostante l’avvertimento emerso quindici giorni fa dalle urne, Meloni e Salvini non hanno saputo riacquistare

Continua »
TV E MEDIA