Il vaccino Johnson & Johnson arriva in Italia… e viene sospeso in Usa a causa di sei casi di trombosi (e un morto)

vaccino johnson & johson sospeso usa trombi
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Sono 184.000 le dosi del vaccino Janssen della Johnson & Johnson in arrivo nel pomeriggio di oggi all’hub nazionale della Difesa di Pratica di Mare. Si tratta del primo lotto del vaccino statunitense che giunge in Italia. Così in una nota stampa il Commissario straordinario Covid19, generale Paolo Figliuolo. Nella tarda serata di ieri l’azienda AstraZeneca ha consegnato circa 175mila dosi di vaccino Vaxzevria.

Il vaccino Johnson & Johnson arriva in Italia… e viene sospeso in Usa a causa di sei casi di trombosi (e un morto)

I due arrivi sono parte dei 4,2 milioni di dosi che giungeranno in Italia nel periodo 15-22 aprile, che – assieme a quelle nelle disponibilità delle Regioni – contribuiranno in modo significativo al raggiungimento del target della campagna a livello nazionale. L’arrivo e lo stoccaggio dei vaccini presso l’hub nazionale di Pratica di Mare-conclude la nota- è gestito dal Comando operativo di vertice interforze nell’ambito dell’operazione Eos. Il vaccino Janssen è il quarto approvato dalle autorità sanitarie nazionali, dopo Pfizer, Moderna e Vaxzevria.

Intanto la Fda e i Centers for Disease Control (Cdc) hanno deciso di sospendere l’uso del siero anti-Covid di Johnson&Johnson nei centri vaccinali federali e hanno esortato gli Stati a fare altrettanto mentre ne viene valutata la sicurezza. Gli Usa hanno registrato sei casi in cui i pazienti hanno sviluppato rari disturbi con trombi nel giro di due settimane dall’inoculazione: si tratta in tutti i casi di donne tra i 18 e i 48 anni; una di loro è morta e una seconda è ricoverata in condizioni critiche. Quasi 7 milioni di persone hanno ricevuto il vaccino J&J negli Usa e quasi 9 milioni di dosi sono state trasferite agli Stati.

Leggi anche: 13 aprile 2021: il bollettino sul coronavirus di oggi

La raccomandazione di Fda e Cdc di sospendere negli Usa l’uso del vaccino anti-Covid di Johnson & Johnson è stata fatta per “eccesso di prudenza”. Lo hanno sottolineato in una nota congiunta Peter Marks, direttore del Center for Biologics Evaluation and Research della Fda, e Anne Schuchat, vice direttore del Cdc. “Stiamo raccomandando una pausa nell’uso di questo vaccino per un eccesso di cautela. In questo momento, questi eventi avversi sembrano essere estremamente rari”, ha affermato.

Leggi anche: Campagna vaccinale, Figliuolo cerca medici specializzandi. Ecco il bando e tutto quello che c’è da sapere