Via libera della base M5S all’alleanza con i Dem. Su Rousseau passa il Sì con il 79,3%. Di Maio: “E’ un voto plebiscitario”. Conte salirà al Quirinale

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Sulla piattaforma Rousseau il Sì all’esecutivo Conte-bis, sostenuto dall’alleanza M5S-Pd, ha ottenuto il 79,3%. “E’ un voto plebiscitario”, ha commentato, nel corso di una conferenza stampa alla Camera, il capo politico del M5S, Luigi Di Maio. E’ record di preferenze: “Dalle 9 alle 18 – ha reso noto l’Associazione Rousseau – hanno votato 79.634 iscritti, su una base di aventi diritto che, alla mezzanotte del 2 settembre, ha raggiunto il numero di 117.194 iscritti. È un record mondiale di partecipazione ad una votazione politica online in un solo giorno”. I Sì sono stati 63.146 (79,3%), i No 16.488 (20,7%).

“Questo governo sta per nascere grazie all’espressione di un voto dei cittadini – ha aggiunto Di Maio -, grazie alle direzione del Pd. Non sarà un governo di destra o di sinistra, ma sarà un governo che deve fare le cose giuste. Noi non volevamo un governo a tutti costi. Adesso siamo contenti del lavoro svolto per mettere una toppa a delle irresponsabilità che non sono state le nostre”.

“Il programma – ha detto ancora il leader M5S – è terminato ora si passa all’ultimo miglio: la squadra di governo. Non sarà un governo di destra o di sinistra, ma un governo che farà le cose giuste. I 20 punti su cui ho alzato la voce sono entrati tutti nel programma del nuovo governo, in quei 20 punti c’è il taglio dei parlamentari. La legge di bilancio sarà il primo banco di verifica. Una legge di bilancio che dovrà avere al centro i cittadini, l’ambiente”.

“Sono molto contento del governo che verrà – ha detto ancora Di Maio – perché si fonda su tante idee che stavamo realizzando. Il nostro obiettivo è realizzare il programma. Il taglio dei parlamentari si deve fare nel primo calendario d’aula utile, mancano due ore di lavoro e tagliamo 345 parlamentari, una riforma storica. Noi saremo promotori DI tutte le idee che abbiamo portato nel programma per farle diventare leggi e saremo controllori che tutto si svolga correttamente nel governo”.

“Nelle prossime ore – ha concluso Luigi Di Maio – ci dedicheremo a trovare i migliori profili le migliori energie per realizzare il programma. Nelle prossime ore conoscerete una squadra di governo guidato dal presidente Giuseppe Conte, a cui va il mio grazie, il mio saluto e a cui mi lega una grande amicizia. Con cui abbiamo lavorato bene e a cui riconoscono il ruolo di garante e super partes, che non e’ un modo per prendere le distanze ma è la sua funzione, il suo ruolo”.

“Con la consultazione online su Rousseau – scrive su Facebook il ministro per i Rapporti con il Parlamento e la Democrazia diretta, Riccardo Fraccaro -, forte del voto di oltre 79 mila cittadini che non ha precedenti nel mondo, il M5S si consolida come forza di governo basata sulla partecipazione attiva. Ha vinto la democrazia diretta, nostro principio cardine che ci consente di assumere le decisioni rispettando sempre la volontà popolare. Ora porteremo avanti le nostre proposte partendo dal taglio dei parlamentari. Grazie al Presidente Conte e a Luigi di Maio per il loro lavoro incessante al servizio del Paese”.

“Con il Sì degli iscritti – aggiunge l’esponente pentastellato – i nostri gruppi parlamentari possono esprimere il loro sostegno alla nascita del nuovo Governo e proseguire nel percorso di attuazione delle proposte del MoVimento 5 Stelle. Come previsto dall’accordo programmatico, ad avere la priorità sarà il taglio del numero dei parlamentari: una riforma fondamentale arrivata al rush finale che ha bisogno di una sola votazione per diventare realtà. Renderemo le istituzioni più efficienti risparmiando 500 milioni di euro a legislatura. Soprattutto, daremo subito al Paese un segnale concreto – conclude Fraccaro – della nostra volontà di mettere al centro gli interessi dei cittadini”.