Viktor Medvedchuk, chi è l’oligarca filorusso catturato in Ucraina e perché è così importante per Putin

Viktor Medvedchuk
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Viktor Medvedchuk, chi è l’oligarca filorusso catturato in Ucraina e perché è così importante per il presidente Vladimir Putin.

Viktor Medvedchuk, chi è l’oligarca filorusso catturato in Ucraina?

L’oligarca ucraino di origini russe, Viktor Medvedchuk, è stato arrestato dai servizi di sicurezza ucraini. L’oligarca è uno degli uomini più vicini e fedeli al leader del Cremlino, Vladimir Putin, ed era una delle personalità in lizza per sostituire Zelensky, istituendo un governo fantoccio a Kiev che fosse alle dirette dipendenze di Mosca.

La notizia dell’arresto di Medvedchuk è stata diramata dal presidente ucraino Volodymyr Zelensky che, tramite la sua pagina Instagram, ha annunciato: “L’operazione speciale è stata portata avanti grazie al Servizio di sicurezza ucraino (SBU). Ben fatto. I dettagli a dopo”.

La comunicazione è stata accompagnata da una foto dell’oligarca in tuta mimetica seduto su una sedia e con le manette ai polsi. Medvedchuk milita nelle file del partito ucraino filorusso Opposition Platform For Life ed era già stato accusato di tradimento e cooperazione con i russi in seguito all’invasione russa dell’Ucraina. Per questo motivo, era stato arrestato e messo ai domiciliari. L’oligarca, tuttavia, era riuscito a fuggire alla fine del mese di febbraio 2022.

Perché l’oligarca è così importante per Putin?

Viktor Medvedchuk è il leader del partito Opposition Platform For Life nonché un imprenditore che opera in campi differenti trai quali figurano anche il settore dell’energia e dei media. Nel corso della sua attività, l’oligarca non ha mai negato le sue posizioni filorusse e la simpatia per Putin. Per molti, in Ucraina, Medvedchuk rappresentavaufficiosamente gli interessi del leader del Cremlino a Kiev.

Il politico e imprenditore è sospettato di aver commesso numerosi crimini contro la sicurezza nazionale e, per questo motivo, l’8 ottobre 2021, è stato accusato di alto tradimento in Ucraina per aver apertamente supportato i separatisti filorussi nel Donbass. L’oligarca, inoltre, è anche accusato di aver favorito una cellula terroristica. Per questi motivi, era stato arrestato e messo ai domiciliari. Dopo la fuga a fine febbraio, l’avvocato di Medvedchuk aveva riferito che il suo assistito si trovava a Kiev, in un posto sicuro e segreto della capitale ucraina.

SBU sull’arresto di Viktor Medvedchuk

In seguito all’arresto di Viktor Medvedchuk, il Servizio di sicurezza ucraino (SBU), ossia l’agenzia delle forze dell’ordine di Kiev, ha pubblicato un post su Twitter. L’Sbu ha condiviso una foto dell’oligarca affermando che avesse deciso di indossare una divisa dell’esercito ucraino come “travestimento”.

In merito all’arresto, il capo dell’SBU, Ivan Bakanov, ha dichiarato: “Ringrazio tutti gli ufficiali della SBU, in particolare gli investigatori e gli ufficiali del controspionaggio, che, adempiendo alle istruzioni del presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelensky, hanno dimostrato la loro professionalità e hanno condotto un’operazione speciale multilivello fulminea e pericolosa per fermare Medvedchuk. Nessun traditore sfuggirà alla punizione e sarà ritenuto responsabile ai sensi della legge ucraina”.