Zingaretti: “Non poniamo veti a Draghi, ma Pd e Lega sono e rimangono due forze alternative”

NICOLA ZINGARETTI
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Siamo molto soddisfatti del contributo, dei contenuti e linee guida sulle quali Draghi sta lavorando e che ci ha illustrato, abbiamo apprezzato l’approccio culturale e strategico. Crediamo che contenuti e visione chiari siano garanzia di serietà, stabilità, forza e autorevolezza”. Lo ha detto il segretario del Pd, Nicola Zingaretti, al termine delle consultazioni con il premier incaricato Mario Draghi.

“Non possiamo che confermare la nostra fiducia al presidente incaricato”, ha sottolineato il leader Dem, che ha aggiunto: “Con Draghi non abbiamo parlato di rapporti con altri partiti e in particolare con la Lega. Il Pd e la Lega qualsiasi cosa accada sono e rimangono due forze alternative, credo sia un approccio condiviso anche da Salvini, nessuno pensa che possa cambiare collocazione politica, siamo e saremo forze alternative”.

“Per questo – ha aggiunto Zingaretti – abbiamo detto nessun veto a prescindere, il punto è verificare sull’appello lanciato da Mattarella quale perimetro programmatico il governo dovrà avere, questa è una valutazione che dovrò fare Draghi e credo sia il cuore di questi colloqui. Noi abbiamo apprezzato i contenuti e la visione di questa sintesi”.

“Noi continuiamo a ritenere l’esistenza di questo rapporto molto importante per condizionare la vita parlamentare dei prossimi mesi, il contributo che potrà dare quest’area parlamentare permette di incidere e far pesare tanti nostri valori e punti programmatici”, ha sottolineato il segretario del Pd, che ha proseguito: “Crediamo in un sistema di alleanze proprio perchè vogliamo essere autonomi e competitivi”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quell’asse Draghi-Renzi sui Servizi

A volte guarda che strane le coincidenze! Il direttore del Dis (il coordinamento dei Servizi segreti) Gennaro Vecchione informa il Copasir, cioè il Parlamento, che lo 007 Marco Mancini ha incontrato Matteo Renzi nell’autogrill di Fiano Romano senza informare i superiori, e 48 ore dopo

Continua »
TV E MEDIA