Basta un temporale per mandare in tilt la Capitale. Alberi caduti e strade allagate. Fuggi fuggi dal litorale e traffico bloccato da Fiumicino verso la città

dalla Redazione
Cronaca

È stata sufficiente un po’ di pioggia a scatenare l’inferno sulla Capitale. Le piogge di questo pomeriggio hanno fatto cadere alberi in varie zone della città, dove non sono mancati nemmeno gli allagamenti stradali. Lunga file per entrare in città sulla Cassia Bis, all’altezza dell’innesto del Gra in direzione Saxa Rubra, con una macchina danneggiata. Danni che si registrano un po’ ovunque. Anche sulla Nomentana, come informa Luceverde Roma, è stata chiusa al traffico per la presenza di alberi sulla carreggiata in prossimità di via S.Alessandro a causa della caduta di alberi. Manco a dirlo è andata letteralmente in tilt la circolazione degli autobus in tante parti della città. Anche in zona prati gli alberi hanno fatto danni bloccando qualche strada interna e danneggiando qualche automobile in sosta. Pioggia caduta ampiamente anche in autostrada e sul litorale romano dove i temporali hanno rovinato la giornata di mare a migliaia di bagnanti che si erano riversati tra Ostia, Fiumicino e Fregene. Tutti costretti alla fuga, con tanto di traffico intasato dalla costa alla città con le auto che scappavano contemporaneamente dal litorale. Rallentamenti della viabilità ha interessato dall’interno la città di Fiumicino e le arterie di via Coccia di Morto, tra Focene e Fiumicino.