Bucato ancora il sistema Rousseau. Nuovo attacco hacker alla piattaforma dei Cinque Stelle. Alcuni nomi dei donatori finiscono online

dalla Redazione
Cronaca

La piattaforma Rousseau ha subìto un nuovo attacco hacker. Ancora una volta il pirata informatico Rogue0 è riuscito a bucare il sistema del Movimento 5 Stelle. Ci era già riuscito in passato. Il pirata ha poi condiviso sul suo profilo Twitter due link che conducono al sito Privatebin.net, dove sarebbero stati pubblicati dati relativi al database della piattaforma M5S.

rogue0@r0gue_0

Big news & at Market , collection is out!
Great & Useless changes from , for a nice low price!
New tables, new , phones, emails… and so,@casaleggio ?https://privatebin.net/?49f1fc7eb26642f4#mVKMdJj7gqpwTfRkCQu8tPDzvBIKmcD6RreATCd1URo=  is better than nothing

Attraverso uno dei link pubblicati si riesce a raggiungere una lista di donazioni effettuate lo scorso luglio con nomi, cognomi, importi e email dei donatori in chiaro. L’altro link aprirebbe alcune tabelle del database presente sulla piattaforma. “Ovviamente non possiamo avere la controprova, ma le tabelle rsu_academy_proponi_corso e rsu_candidati_2018 fanno sospettare che non stia bluffando”, ha scritto su Twitter Marco Canestrari, blogger ed ex dipendente della ‘Casaleggio Associati’.
L’esperto informatico David Puente ha lanciato l’allarme direttamente dal suo blog: “Se confermati questi dati, per i gestori della piattaforma non sarà una bella notizia. Oltre a dover rivedere la sicurezza dell’intera struttura, dovranno comunicare in tempi brevi al Garante e agli utenti coinvolti su quanto accaduto”.