Diventerà reato istigare pratiche che provocano anoressia e bulimia. Stretta anche sul web per fermare la diffusione di notizie false sui disturbi alimentari

dalla Redazione
Cronaca
MARIA RIZZOTTI

Verso l’intesa M5S-Pd-Forza Italia per approvare, entro gennaio, in commissione Sanità del Senato, il disegno di legge sui disturbi alimentari. Due i ddl in discussione a Palazzo Madama: quello della senatrice azzurra Maria Rizzotti (nella foto), adottato come testo base, e quello della senatrice Caterina Bini del Pd. E’ prevista “l’introduzione del reato di istigazione a pratiche che provocano anoressia e bulimia” per “mettere a tacere blog e siti che fanno propaganda online ai disturbi alimentari”. L’obiettivo è quello di avere medici di base, pediatri e insegnanti qualificati per riconoscere e affrontare il problema. “Provvedimenti, come questo non hanno colore politico”, assicura Pierpaolo Sileri, presidente M5S della Commissione Sanità di Palazzo Madama.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *