Formigoni in carcere a Bollate. Ieri sera l’ex governatore della Lombardia era stato condannato in via definitiva a 5 anni 10 mesi

dalla Redazione
Cronaca

L’ex presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, condannato ieri sera a 5 anni  10 mesi in via definitiva per corruzione nell’ambito del processo Maugeri-San Raffaele, è entrato questa mattina nel carcere di Bollate (Milano) per scontare la condanna che gli è stata inflitta dalla Cassazione. Formigoni è giunto accompagnato in auto dal suo legale ed è entrato nell’Istituto senza fermarsi dalla porta carraia. L’ordine di carcerazione, conseguente alla condanna definitiva, è stato firmato dal sostituto procuratore generale di Milano, Antonio Lamanna. La difesa di Formigoni ha intanto depositato una istanza per chiedere la detenzione domiciliare per l’ex governatore lombardo. La richiesta è stata presentata dall’avvocato Mario Brusa, storico difensore di Formigoni allo stesso sostituto pg Lamanna.