In arrivo da domani una nuova ondata di freddo polare. Abbondanti nevicate su gran parte del Centro-Nord, sull’Appennino Abruzzese e Molisano e sulla Capitale

dalla Redazione
Cronaca

I meteorologi dicono che sarà la settimana del gelo e della neve. La nuova ondata di freddo, secondo le previsione de ilmeteo.it, in un primo momento interesserà le regioni Centro-Settentrionali e poi, tra venerdì e sabato 26 gennaio, si estenderà anche al Sud. Una vasta area depressionaria, partita dalla Groenlandia, è diretta verso l’Italia e porterà aria gelida polare a partire da martedì 22 gennaio.

Ci saranno piogge sparse al Sud e neve sulle regioni Tirreniche settentrionali (Toscana), ma anche su quelle interne (Marche ed Umbria), anche a quote molto basse fin verso le pianure (3-7 cm). Mercoledì, il vortice depressionario si isolerà sul Tirreno con valori record di pressione che determinerà venti forti (fino a 120 km/h, mari in burrasca e bufere nevose).

Nella giornata di mercoledì il vortice depressionario risalirà verso le regioni settentrionali. Sarà una giornata nevosa sopratutto sulle regioni di Nord-Est ed Emilia Romagna, mista, invece, sulle coste della Romagna. Tra mercoledì sera e giovedì sono previste nevicate abbondanti e copiose su gran parte del Centro-Nord. Continuerà a nevicare in pianura in Toscana ma sarà interessata anche la Val Padana (Torino, Cuneo, Asti, Milano, Bergamo), Romagna (Ferrara, Bologna, Parma, Reggio Emilia).

Neve anche sulla Liguria, a Genova, e su tutto il levante ligure, localmente abbondanti (15-20 cm). Giovedì e Venerdì ancora maltempo con neve in pianura, copiosa ancora al Nord con fiocchi anche nell’hinterland Romano. Da segnalare lo spostamento verso le regioni Centrali e Meridionali del vortice che porterà nevicate record sull’Appennino Abruzzese e Molisano (previsti accumuli fino a 1 metro).