L’ironia che non fa ridere di Nina Moric: “Quelli che offendono sui social abitano tutti in Molise”. E la bufera sulla modella non si placa più

dalla Redazione
Argomenti

Un’ironia sottile e per molti difficile da capire quella di Nina Moric che su Facebook ha scritto: “Quelli che offendono sui Social abitano tutti in Molise. Si lo penso veramente, vivo in Italia da 15 anni, per lavoro o per vacanza posso dire di essere stata ovunque, tranne che in Molise, e siccome non mi è mai successo che qualcuno mi urlasse per strada, troia, puttana, rifatta, gommone e anche peggio, l’unica spiegazione deve essere questa : quelli che commentano con insulti irripetibili vivono tutti in Molise. State lontani è un posto bruttissimo”.


Sarà anche ironia questa, ma a vedere i commenti sotto il post di Facebook sono pochi, davvero pochi, quelli che sono riusciti a capirla. E allora davanti alle richieste di spiegazione, qualche offesa e invito a non farsi vedere in circolazione la Moric ha replicato con un altro post: “È l’ultima volta che vi spiego un post poi basta, intendevo l’esatto contrario di quello che la stragrande maggioranza di voi ha capito, esistono delle persone che quotidianamente vengono ad insultarmi, e la cosa a me non secca neppure un po’ … Mi fa sorridere la cosa, non mi importa. Perché le stesse persone quando rispondo a tono spariscono o cancellano subito i commenti, siccome di persona non mi è mai successo ho ipotizzato che tutte queste persone abitino in Molise ( visto che non ci sono mai stata ). Ma secondo qualcuno questa è una cosa possibile? Cioè secondo voi ero seria? Ce l’avevo con i leoni da tastiera, che insultano dietro ad un Pc, un telefono o un tablet. Mica con una regione descritta anzi spesso come una delle più tranquille d’Italia… Io sono fatta così ironizzo e scherzo chi mi segue da qualche anno su Instagram lo sa, non ho mai intenzione di offendere nessuno, non faccio discriminazioni territoriali, razziali, sessuali.. Gli unici che mi stanno sulle palle sono i bigotti, i finti perbenismi, gli imbecilli e i codardi e so bene anzi benissimo che non hanno né età né razza né regione .. Ce ne sono dappertutto. Che poi per quanto è piccolo il Molise, fidatevi che tutti quelli che scrivono insulti, nemmeno possono starci, per ragioni di spazio”. moricE allora per stemperare gli animi la Moric ha pubblicato anche una foto dedicata alle elezioni comunali che ci saranno a Isernia. E per chi non avesse capito la battuta per la spiegazione è arrivato anche un post di Selvaggia Lucarelli, non certo una tenera nei confronti della Moric. Ma che questa volta sembra voler prendere le parti (ma non troppo) della modella croata: “Amici molisani, io il Molise lo conosco e ci sono stata tante volte perché sono mezza cupellese e mezza vastese da parte di mio papà e le gite nella vostra regione erano frequenti. (sono molto affezionata a Termoli) Per dire, mio padre mi portava perfino a spiare la tenuta di Di Pietro a Montenero di Bisaccia, immaginate che adolescenza complicata. Detto ciò”, scrive Selvaggia su Facebook, “mi costringete a difendere Nina Moric. Il suo post così contestato era una battuta anche piuttosto divertente. Era a metà tra un sillogismo e un paradosso, citava il Molise perché era funzionale a una battuta, ma poteva essere anche la Sicilia o la Finlandia. So che molisani e abruzzesi hanno autoironia da vendere e lo so perché li conosco e perché alcune delle iniziative social e delle pagine fb più esilaranti partono proprio da lì e dalla grande capacità degli abitanti di queste regioni di ridere dei loro difetti e delle loro abitudini. Non ve la prendete con la povera Nina che di scemenze ne ha scritte tante, ma questa volta voleva solo prendere per il culo non i molisani, ma i leoni da tastiera che ti insultano sul web e poi per strmoricada se la fanno nel pannolone. O anzi, ti chiedono pure l’autografo.  p.s. Comunque questi status glieli scrive qualcuno, sappiatelo”.  Perché abbia scelto proprio il Molise resta un’incognita, se non fosse per il fatto che Nina Moric dimentica una cosa: che lei in Molise c’è stata eccome. Per almeno due volte come ospite in discoteca. Una volta sul litorale e un’altra a Campobasso come dimostra la foto (qui accanto) in una nota discoteca che era tra le più in voga fino a qualche anno fa.

 

Loading...