Maxi sequestro di cocaina nel porto di La Spezia. La Finanza blocca un carico di oltre 300 chili appena arrivato dal Brasile. Nel traffico è coinvolta la ‘ndrangheta e la mafia albanese

dalla Redazione
Cronaca

La Guardia di Finanza di La Spezia e di Genova, insieme all’Agenzia delle Dogane, ha scoperto un traffico internazionale di cocaina, nel porto di La Spezia e proveniente dal Brasile. Quattro le persone arrestate. Nel corso del blitz sono stati sequestrati trecento panetti di polvere bianca, per un totale di oltre 333 chilogrammi, rinvenuti all’interno di alcuni pallet utilizzati per trasportare lastre di granito. Il valore del carico è di circa 100 milioni di euro. Gli arresti sono stati compiuti in un magazzino di Massa Carrara, si tratta di un croato, un albanese, un brasiliano e un italiano. Il carico è stato monitorato dai finanzieri fino al luogo di estrazione. Le indagini che hanno portato all’importante sequestro sono state coordinate dalla Procura di La Spezia. Il traffico, secondo quanto si è appreso, era stato organizzato dalla ‘ndrangheta in accordo con la mafia albanese.

Loading...