Alte tensioni internazionali. In Turchia autobomba contro la Polizia: 11 morti. E Ankara mette sott’accusa i curdi. Attentato pure in Somalia. Irruzione in un ristorante dei terroristi filo-Al Qaeda di Al Shabaab: 10 le vittime

dalla Redazione
Mondo

Almeno undici vittime in Turchia a causa di un’autobomba esplosa nelle vicinanze di un checkpoint della polizia a Cizre, nel sudest del Paese. A colpire, secondo l’agenzia di stampa Anadolu, sarebbe stato il Pkk, il partito curdo considerato “organizzazione terroristica” dal governo di Ankara.

ATTENTATO IN SOMALIA
Nella capitale Mogadiscio i terroristi islamici filo-Al Qaeda di Al Shabaab nella serata di ieri hanno fatto esplodere un’autobomba vicino all’ambasciata della Turchia e poi hanno attaccato con un commando armato un ristorante sul lungomare dove dieci persone sono rimaste uccise. Le forze di sicurezza hanno ucciso due attentatori e ne hanno arrestato un altro. Non sarebbe stato quindi un attacco alla Turchia, come hanno spiegato fonti della sicurezza stessa. I terroristi islamici Shabaab già all’inizio dell’anno avevo ucciso 17 persone con un attentato in un ristorante sul mare. L’organizzazione Al Shabaab è stata cacciata militarmente da Mogadiscio nel 2011 e per questo cerca di alzare il tiro.

(Foto di repertorio)