Arriva la prima newsroom in Rai. Accorpate Relazioni istituzionali e Comunicazione. Confermato Picardi, la Esclapon rischia il posto. E Renzi si veste da Rambo

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

di Angelo Costa

La Rai di Campo Dall’Orto comincia ad avere una sua fisionomia. Dopo l’ingaggio di Verdelli come supercapo dell’informazione, ecco che l’unica newsroom che alla fine è stata realizzata è quella dell’accorpamento tra le direzioni Relazioni istituzionali-internazionali e Comunicazione-relazione esterne. Il responsabile a vertice della struttura, che si dovrà relazionare direttamente con il dg, non è stato ancora scelto. Sarà una delle prossime nomine.
Che fine faranno invece i due responsabili delle strutture fino a ieri autonome?
Per quanto riguarda Alessandro Picardi, capo delle Relazioni istituzionali, la situazione sembra chiara.
Il diretto interessato è stato confermato direttore, così come ha ottenuto la fuducia di Campo Dall’Orto tutta la sua struttura, come è esplicitamente riportato nella delibera del Cda.
Un po’ meno fluida la situazione di capo e relativo staff di Comunicazioni e relazioni esterne. Costanza Esclapon non ha ricevuto ancora la certezza di restare in sella. Al suo posto potrebbe esserci un avvicendamento. Per ora Campo Dall’Orto glissa e non fa trapelare nulla.
Nel cda di ieri sono stati presi due provvedimenti all’unanimità: l’approvazione del budget 2016 e l’istituzione della direzione Security. Tra i compiti del responsabile Genseric Cantournet, ex capitano della gendarmeria francese e vice president Security in Telecom Italia, ci sono la responsabilità della gestione della sicurezza aziendale e la tutela dei lavoratori.

RENZI FA RAMBO
Matteo Renzi cavalca il puledro Vespa e vince la corsa degli ascolti contro Floris e Giannini. I due conduttori più odiati dal premier. Nel periodo di sovrapposizione delle tre trasmissioni, dopo le 23, Porta a Porta con Renzi ha registrato una media di 1.700.000 telespettatori, mentre Ballarò ha fatto 1.300.000 e DiMartedì 900.000 ascoltatori. Quanto alla media totale di ascolto, Ballarò ha ottenuto il 5,86% con 1.320.000 spettatori, diMartedi il 6,75% con 1.267.000. Mentre Porta a Porta 1.142.000 e il 13,60%. Il programma di Floris, oltre ad aver vinto la sfida contro Giannini, ha stabilito il miglior risultato stagionale. Il dato di ascolto è cresciuto del +21% rispetto all’autunno 2014.

MUSICA MAESTRO
La musica sta riconquistando gli spazi televisivi. Non solo con Sanremo o i talent, ma anche con programmi specifici che parlano e raccontano le storie dei cantanti. Dopo Unici di Raidue – che con Ramazzotti è andato in prima serata – tocca a Luca Barbarossa raccontare la favola della Rca italiana nello speciale in due puntate (stasera e domani sera alle 21:10 su Raitre) dal titolo Il mondo a 45 giri. Il cantautore romano ripercorrerà le tappe della casa discografica che ha sfornato una straordinaria fucina di autori, interpreti, compositori, arrangiatori. Da Morricone a Paoli a Tenco. Ma anche Patty Pravo, Morandi, Paolo Conte, Rita Pavone, Edoardo Vianello, Ron, De Gregori, Mal, Cocciante, Carboni, Nannini, Mannoia. Ad accompagnare Barbarossa nel suo percorso ci sarà Gloria Guida.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quel bivio tra il M5S e il Ponte sullo Stretto

Nei sondaggi della Ghisleri e Pagnoncelli non c’è traccia, ma in Italia non c’è partito che sta crescendo più di quello del cemento. I soldi del Recovery Plan permetteranno di aprire cantieri ovunque, e come da tradizione c’è la fila per costruire quello che capita,

Continua »
TV E MEDIA