Ascolti, a Italia 1 serve una svolta. Studio aperto, i Simpson e le Iene non bastano. La Gruber risveglia La7 dal pisolino pomeridiano

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

La stagione televisiva delle generaliste sta per concludersi. In questi mesi di intervallo, mentre i telespettatori saranno sommersi dalla valanga di repliche, i direttori di rete cercheranno di correggere i buchi neri che sono la causa dei cali di ascolti. Ognuna delle reti ha la sua fascia tallone d’Achille. In verità alcune ne hanno più di una. Quindi è d’obbligo correre ai ripari. Ci sono gli inserzionisti da conquistare. Servono nuove idee. Nella prima fascia della giornata vanno come un treno Unomattina (in particolare Storie vere con Eleonora Daniele), Agorà (con Gerardo Greco) e La7 (con Omnibus e Coffee Break). Mattino 5 potrebbe fare qualcosa in più, seppure la stagione sia stata sufficiente. Rai2, Rete4 e Italia 1 hanno bisogno di una boccata di ossigeno. Nel daytime di mezzogiorno duello al vertice tra Forum e La prova del cuoco, con la Palombelli in vantaggio negli scontri diretti sulla Clerici. Tiene La7 con l’Aria che tira, si difende la terza rete Rai con Elisir e Mi manda Raitre, fa un bel balzo in avanti Rai2 con I fatti vostri, mentre Rete4 recupera grazie all’inossidabile Signora in giallo. Resta ultima Italia 1 che dovrà correre ai ripari. Nella fascia pomeridiana Canale 5 è un panzer. Asfalta tutti. Beautiful, Uomini e donne, Il Segreto e Pomeriggio 5 vanno che è una bellezza. In certi momenti si supera anche il 30% di share. Per gli altri resta poco o niente. Raiuno si difende con la Vita in diretta, Raidue con la Balivo, mentre crolla La7 che viene superata anche dalle reti tematiche. L’emittente di Cairo va in apnea fino a Lilli Gruber. Male anche il preserale, dominato dall’Eredità (con Bonolis o Scotti al secondo posto). I Simpson risollevano Italia 1 che però crolla nel preserale e nell’access prime time. Nel preserale hanno bisogno di un’iniezione di fiducia anche Raidue e Raitre che però si riprende in access con Un posto al sole. In prima serata qualche problema al sabato per La7 e al mercoledì per Raiuno. Canale 5 va forte, Raidue si difende bene, Raitre a fasi alterne, in ripresa Rete4. Nella seconda Rai2 e Rai3 perdono qualche colpo, ma anche Canale 5 non è che voli. Mentre Rete4 e Italia 1 sono indietro.

JUVE RECORD
Real Madrid-Juventus è stato l’evento sportivo più visto di tutta la stagione: 11.620.000 spettatori pari al 41,09% di share e un picco di ascolto di 13.010.000 con oltre il 50% di share nei minuti finali. Per la Rai una serata da dimenticare, soprattutto per Rai1 (10%) e Rai2(3,8%). Chi l’ha visto? (11,4%) ha tenuto il suo pubblico (soprattutto femminile). Così come ha retto l’urto Paragone con la Gabbia (3,5%), uno juventino che non ha potuto seguire la sua squadra del cuore nell’impresa di Madrid.

ADRIAN
SU MEDIASET
Dopo Rock Economy, lo show di Canale 5 che nell’ottobre del 2012 segnò il ritorno di Adriano Celentano in concerto dopo 18 anni, il cartoon Adrian, con il Molleggiato disegnato da Milo Manara. Inizialmente destinata a Sky, la serie di 26 episodi, scritta, diretta e prodotta da Celentano, era stata oggetto nel 2012 di un divorzio tra la piattaforma satellitare e il Clan. A conferma invece delle nozze con Mediaset Una serata Bella (dedicata a Gianni Bella), in onda il 9 giugno su Rete4 condotta da Rosita Celentano e Alfonso Signorini.