Bergamo, rissa tra immigrati finisce in tragedia. Investita e uccisa anche una dottoressa che soccorreva i feriti

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Si era fermata per soccorrere un ragazzo massacrato a sprangate, in strada, a Chiuduno, in provincia di Bergamo. Ma la donna, un medico, è stata travolta dall’auto degli aggressori piombata a bomba su di lei e su un gruppo di altre 6-7 persone. Eleonora Cantamessa, 44 anni, ginecologa alla clinica Sant’Anna di Brescia, è morta mentre cercava di aiutare un indiano, vittima di una lite o di un regolamento di conti tra immigrati. Tutto è iniziato ieri sera verso le 22.30, sulla strada provinciale 91, all’altezza del negozio “Mobili Vanni”. Secondo la ricostruzione, riportata dall’Eco di Bergamo, i quattro stranieri, indiani o pakistani, sarebbero arrivati su una Volkswagen Golf grigio, bloccando altri due connazionali a bordo di un’Audi scura. I quattro sarebbero quindi scesi con le spranghe, colpendo prima la vettura e scagliandosi poi  su conducente e passeggero. Uno dei due uomini è morto. I quattro sono poi ripartiti in auto ma quando la dottoressa, passata in auto con un amico, si è fermata per soccorrere i due aggrediti, la Golf è tornata indietro a grande velocità e l’ha uccisa. Il conducente è stato rintracciato e portato in caserma.