Bonolis riporta i ragazzi alla tv. Ciao Darwin con il 52% di share tra gli adolescenti. Gli uomini guardano lo chef. Le donne Verissimo

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Non c’è solo Maria De Filippi a piacere alle fasce dei giovanissimi. La standing ovation la merita pure Paolo Bonolis che ha portato a termine la missione di raggiungere una percentuale elevatissima dei giovani tra i 15 e 19 anni davanti alla tv: 52,20%. Una percentuale che Raiuno si sogna. Ottimo anche il dato che riguarda la fascia 15-34 anni: 43,53%.  Ciao Darwin 7 sta andando fortissimo. Ha asfaltato pure Laura e Paola, il mega show della rete ammiraglia che ha provato a sfidarlo, ma che è stato visto da un milione in meno di telespettatori (5,3 di Bonolis contro 4,2 di Pausini-Cortellesi), e alla fine ha perso con un distacco di 7 punti. Ottima la performance di Ciao Darwin anche sui social: nell’ultima puntata andata in onda 73.600 tweet unici con picchi di 1.329 tweet al minuto. A Canale 5 fine settimana speciale pure per Silvia ToffaninVerissimo ha segnato il suo record di share con il 23,54% (2.544.000 spettatori). Ancora una volta è risultato il programma più seguito della sua fascia di ascolto. Ospiti Stefano Bettarini, Stefano Accorsi, Aristide Malnati con Alfonso Signorini. Il talk show condotto dalla Toffanin è particolarmente gradito dal pubblico femminile (share del 31%).

UN CHICCO DI VELENO – Con la classe che lo contraddistingue (usare la clava e non il fioretto) Enrico Mentana ne ha cantate quattro pure al premier Renzi, reo di essersela presa con i talk e l’informazione. Ma il direttore di La7 gli ha dedicato un pesante richiamo, facendo contenti tutta la categoria dei talkman. A La7 va riconosciuta di essere stata l’unica rete generalista a trasmettere uno speciale sugli esiti del referendum, ovviamente senza contare i canali di allnews. Tra l’altro gli ascolti di Mentana sono stati buoni (975.000 telespettatori, share 6,56%)

VIVA LE INCHIESTE – SkyTg24, oltre a essere un tiggì macchina da guerra sulle notizie, ha indicato la strada del cambiamento anche per i canali allnews. A curarle è il direttore Sarah Varetto in prima persona. Un piatto di salute è stato visto da un milione di spettatori in una settimana. L’inchiesta ha svelato i falsi miti e le verità nascoste sul cibo.

FERRARI, GOL DELL’EX – A Raisport Novantesimo minuto continua ad andare in doppia cifra, mentre la Domenica sportiva si ferma all’8%. Considerando presente e passato bisogna dire che Paola Ferrari si sta prendendo una grande rivincita. E con lei l’altro conduttore (Marco Mazzocchi) della trasmissione che fu di Paolo Valenti. La media è stata di 1,3 milioni (share 10%). La Domenica sportiva si è fermata a 1,1 milioni e 8,3%.

LO CHEF CHE PIACE AGLI UOMINI – Sul canale Nove di Discovery il quinto episodio di Cucine da incubo è stato visto da ben 936.000 telespettatori con uno share del 2,6%, crescendo del +42% rispetto alla settimana precedente. Lo show con lo chef Antonino Cannavacciuolo ha registrato il 6,1% sul target uomini (15-34 anni).

Twitter: @marcocastoro1

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quell’asse Draghi-Renzi sui Servizi

A volte guarda che strane le coincidenze! Il direttore del Dis (il coordinamento dei Servizi segreti) Gennaro Vecchione informa il Copasir, cioè il Parlamento, che lo 007 Marco Mancini ha incontrato Matteo Renzi nell’autogrill di Fiano Romano senza informare i superiori, e 48 ore dopo

Continua »
TV E MEDIA