Brescia, tre inchieste per fare luce sulla morte della giovane mamma Giovanna Lazzari. Oggi l’ultimo saluto nel santuario dove presto si sarebbe dovuta sposare

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Sono tre le inchieste aperte a Brescia per la morte della donna di trentanni e della figlia in sala parto. A indagare ci sono la procura di Brescia, gli ispettori ministeriali e l’ospedale. Giovanna Lazzari portava in grembo la bimba, era all’ottavo mese di gravidanza. Oggi si terranno i funerali nel santuario Valverde di Rezzato dove la donna si sarebbe dovuta sposare, quest’anno, con Roberto Coppini. La coppia ha già altri due bambini.