Cairo pigliatutto. Il nuovo padrone di Rcs sarà in prima linea: “Voglio avere tutte le deleghe”. Ecco il suo progetto

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Sarò in prima linea in Rcs, sicuramente ciò che voglio fare è avere tutte le deleghe”. Parole e musica di Urbano Cairo dopo la scalata vincente a Rcs. “Si tratta di un risultato che va oltre le aspettative più rosee, c’era da parte dei fondi una buona predisposizione, ora bisogna fare un grande lavoro in azienda, voglio capire quando esce un euro perché esce e come. Non ho parlato direttamente con Bonomi”, ha affermato Cairo, “ma con altri componenti della cordata, saranno dei compagni di viaggio”.

LA CONQUISTA – E la partita si è conclusa definitivamente con Bonomi che ha rinunciato a dare battaglia. Ora la cordata Bonomi restituirà le azioni portate in adesione all’offerta oggi stesso. Stiamo parlando di circa 67,5 milioni di titoli pari al 12,9% del capitale di Rcs. I titolari di questa azioni potranno aderire all’offerta di Cairo che potrebbe superare anche il 60% in Rcs. Con la sua offerta l’editore di La7 ha raggiunto il 48,82% di Rcs. I soci storici, i vari Della Valle, Pirelli, UnipolSai e Mediobanca, manterranno il 22,60%. L’avvio della giornata in Borsa non è stato però entusiasmante.

IL PROGETTO – Comincia una storia assolutamente nuova per Rcs. Il progetto del nuovo padrone prevede la massima collaborazione tra Rizzoli e Cairo Communication. Si punterà a tutta una serie di interscambi tra carta, digitale e televisione. Molte risorse verranno destinate a spingere sul web, soprattutto per quanto riguarda Corriere della Sera e Gazzetta dello Sport.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La politica finita nel cesso

Passando al cesso più tempo della media – tra una foto ricordo e l’altra – a Sgarbi dev’essergli caduto dentro il cervello. Non può spiegarsi diversamente lo stupore che l’ha colto quando ieri migliaia di persone l’hanno sommerso di insulti per le volgarità gratuite che

Continua »
TV E MEDIA