Cairo, solo ora tutti vogliono Rcs. Il patron di La7 disposto a fermarsi al 35%. E in Tv Checco Zalone è come il re Mida

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Urbano Cairo e il principio di azione e reazione. Dopo l’offerta pubblica di scambio titoli per il 50%  più un’azione di Rcs arriva la reazione. “Prima nessuno, ora tutti sono interessati a Rcs perché ho detto che si può far bene per quel gruppo – ha sottolineato il patron di La7 – Io so come, faccio l’editore, invece chi ha gestito il gruppo di via Solferino non faceva l’editore. Dicono che stanno migliorando, talmente tanto che hanno dato la trimestrale con all’ultima riga 22 milioni di perdite. E sono pure contenti. Hanno venduto cose che non dovevano, non hanno tagliato sufficientemente i costi, non hanno sviluppato bene i ricavi. E ci hanno rimesso i dipendenti che sono stati mandati via. Bruciata cassa per 10 milioni al mese, ovvero 120 milioni all’anno”.

Un Cairo in versione Toro scatenato, come se davanti avesse la Juve. È lui il mattatore dell’assemblea straordinaria dei soci della Cairo Communication che ha approvato l’aumento di capitale legato all’ops su Rcs. “Se uno osserva i bilanci e somma le perdite di Rcs degli ultimi anni – ha rimarcato il presidente – vede una cifra di 1,3 miliardi. Se si guardano i nostri dividendi, invece, si può vedere che abbiamo dato agli azionisti 261 milioni di euro”.
Quindi per Cairo il prezzo dello scambio è congruo.

ZALONE GOT TALENTChecco Zalone è come il re Mida. Con Sole a catinelle riesce a far diventare super qualsiasi ascolto. Il film, trasmesso da Iris, è stato visto da una media di 1.339.291 spettatori. La rete tematica di Mediaset ha superato allo sprint il canale Tv8 (1.234.192) che ha mandato in onda Italia’s GotTalent. A conferma che anche le tematiche con un palinsesto competitivo possono ottenere risultati importanti. Successo confermato dai dati della sovrapposizione contro il canale free di Sky. Zalone a parte, in verità fa un po’ riflettere che un talent dai costi milionari – acquistato da Sky – trasmesso in free su Tv8 non arrivi al 5% di share, quando faceva il 30% su Canale 5.

IL CONTADINO GAY – Sono già più di 1000 le candidature arrivate per tentare di conquistare il cuore degli 8 protagonisti della seconda stagione de Il contadino cerca moglie, il docureality di FoxLife (canale 114 di Sky) che sarà in onda nell’autunno e che vede protagonisti contadine e contadini di ogni parte d’Italia in cerca dell’anima gemella. Vero e proprio boom di pretendenti per il contadino gay Sebastian. Oltre il 40% delle candidature sono per lui, vera e propria novità della seconda stagione del programma assieme alla presenza delle due contadine donne: Alessandra e Antonella.

SFIDE EUROPEE – Torna stasera alle 23:05 su Rai3 Sfide, lo storico programma firmato da Simona Ercolani, questa volta dedicato a uno degli eventi sportivi più attesi di questa estate, gli Europei di calcio. In attesa delle gare (si comincia il 10 giugno), Sfide offrirà un ideale viaggio sentimentale nella storia e attraverso i protagonisti del torneo continentale. Conduce Alex Zanardi.