Calciatore della Premier League arrestato per stupro a Londra, caos nel mondo del calcio: “È una star internazionale”

Calciatore della Premier League arrestato per stupro a Londra: l’accusa è stata formulata da una giovane di circa 20 anni.

Un calciatore della Premier League è stato arrestato per stupro a Londra: la denuncia che ha portato al fermo è stata presentata da una giovane donna di circa 20 anni che ha raccontato di essere stata vittima di violenza sessuale da parte della star internazionale. Al momento, non è ancora stata rivelata l’identità del giocatore.

Calciatore della Premier League arrestato per stupro a Londra, caos nel mondo del calcio: “È una star internazionale”

Calciatore della Premier League arrestato per stupro a Londra: il fermo

“Un giocatore della Premier League, che avrebbe dovuto partecipare con la nazionale del proprio Paese ai Mondiali in programma in Qatar nel prossimo autunno, è stato arrestato con l’accusa di violenza sessuale. Sei agenti di Scotland Yard si sono presentati alla residenza del calciatore, le cui generalità per il momento non si conoscono, a Barnet, nel nord di Londra”. Così, il tabloid britannico The Sun ha diffuso la notizia di un calciatore della Premier League arrestato per stupro a Londra.

Sulla base delle informazioni sinora diffuse, l’arresto è stato formalizzato nella mattinata di lunedì 4 luglio. Il soggetto in questione è stato fermato intorno alle 03:00 del mattino a Barnet, a nord della metropoli, presso la villa multimilionaria del giocatore. Effettuato il fermo, il sospettato è stato trasferito in commissariato, trascorrendo circa 15 ore con gli agenti e affrontando un lungo interrogatorio.

Caos nel mondo del calcio: “È una star internazionale”. Le accuse della vittima

Secondo quanto riportato da The Sun e dal Telegraph, il calciatore della Premier League che avrebbe dovuto prendere parte ai Mondiali in Quatar a novembre è stato accusato di violenza sessuale da una giovane donna di 20 anni. La presunta vittima ha raccontato di aver subito molestie nel mese di giugno mentre si trovava in un resort del Mediterraneo dal quale sarebbe fuggita dopo la violenza, rivolgendosi ai suoi familiari. Dopo aver fatto ritorno nel Regno Unito, quindi, si è rivolta agli agenti britannici presentandosi presso la stazione di polizia nella serata di domenica 3 luglio per rilasciare una dichiarazione completa relativa all’abuso.

Alla polizia, la giovane ha mostrato alcuni scatti che mostrerebbero lividi lasciati sul suo corpo dall’aggressione.

La vicenda, che ha rapidamente fatto il giro del mondo, ha profondamente scosso la società per la quale il calciatore della Premier League arrestato per stupro a Londra gioca attualmente. A questo proposito, una fonte interna al club calcistico ha rivelato a The Sun: “Le accuse sono della massima gravità. Ora il giocatore non viaggerà con la squadra. La legge deve essere lasciata libera di fare il suo corso. È un duro colpo per noi, ma la polizia deve fare il suo lavoro”.

Seguici su Facebook, Instagram e Telegram