Canali Telegram per seguire la guerra: i gruppi più attendibili e aggiornati

Canali Telegram guerra
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Canali Telegram per seguire la guerra: quali sono i gruppi più attendibili e aggiornati sul conflitto russo-ucraino?

Canali Telegram per seguire la guerra: il ruolo della comunicazione nel conflitto russo-ucraino

Una delle armi più importanti nell’ambito della guerra è la comunicazione. Anche nel caso del conflitto russo-ucraino, gli strumenti di comunicazione stanno svolgendo un ruolo fondamentale nel diffondere le informazioni. Tra questi, il servizio di messaggistica Telegram fondato dai fratelli russi in esilio Pavel e Nikolai Durov si sta rivelando cruciale. Telegram, infatti, giorno dopo giorno, si sta trasformando in un’arma chiave nella battaglia attuata in materia di propaganda digitale e si sta rivelando anche molto attendibile per quanto riguarda le notizie diffuse.

In questo contesto, quali sono i canali Telegram per seguire la guerra in Ucraina più affidabili e aggiornati?

Alcuni dei gruppi più attendibili e aggiornati

Uno degli account dedicati alla guerra in Ucraina più attendibili è Ukraine NOW, sul quale vengono condivise esclusivamente fonti verificate e accertate. Il canale è disponibile in diverse lingue, italiano compreso.

Nexta, invece, è un canale bielorusso bandito dal Governo di Minsk che è stato impostato come un notiziario costantemente aggiornato. Diffonde video e foto provenienti dalle zone di guerra in Ucraina.

Altri canali Telegram validi da consultare e incentrati sulla guerra in Ucraina sono UkrainaOnlline e SBUkr, ossia il canale ufficiale del Servizio di sicurezza dell’Ucraina. Possono essere citati, poi, TCH e CBEJAK, molto seguiti e in lingua ucraina. I canali, tuttavia, possono essere tradotti in italiano modificando le impostazioni di base dell’app di messaggistica.

Tra i canali Telegram italiani sulla guerra in Ucraina, ancora, possono essere citati il canale dell’ANSA che, pur non essendo ufficiale, si configura come un aggregatore delle informazioni pubblicate sul sito; il canale Telegram de Il Post; o il canale Telegram della Farnesina, ossia del Ministero degli Esteri italiano.

Un altro canale affidabile da consultare è quello della BBC News World, sul quale possono essere trovate notizie sul conflitto in atto, video di YouTube e testimonianze.