Canone Rai, c’è tempo fino al 16 maggio per chiedere l’esenzione. Ecco tutte le istruzioni se non siete in possesso dell’apparecchio televisivo

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

C’è tempo fino al 16 maggio 2016 per presentare all’Agenzia delle Entrate la dichiarazione sostitutiva, sia in forma cartacea che online. per dichiarare di non essere in possesso dell’apparecchio televisivo ed evitare così di pagare il canone Rai. il provvedimento di oggi del direttore dell’Agenzia delle Entrate interviene allungando i tempi per evitare l’addebito del canone da parte delle imprese elettriche a partire dal luglio 2016. Nella nota congiunta Rai-Agenzia delle Entrate si legge inoltre che: “Il provvedimento pubblicato aggiorna anche le istruzioni relative alla compilazione del modello di dichiarazione sostitutiva, per tenere conto dei chiarimenti sulla definizione di apparecchio televisivo contenuti nella nota 9668 del 20 aprile 2016 del Ministero dello Sviluppo Economico ai fini del canone di abbonamento alla televisione. Restano ovviamente valide le dichiarazioni di non detenzione già presentate”.

QUI TUTTE LE INFORMAZIONI SUL PAGAMENTO DEL CANONE

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quell’asse Draghi-Renzi sui Servizi

A volte guarda che strane le coincidenze! Il direttore del Dis (il coordinamento dei Servizi segreti) Gennaro Vecchione informa il Copasir, cioè il Parlamento, che lo 007 Marco Mancini ha incontrato Matteo Renzi nell’autogrill di Fiano Romano senza informare i superiori, e 48 ore dopo

Continua »
TV E MEDIA