Caso Aldrovandi, ora i poliziotti devono risarcire il Viminale di 560 mila euro. Il ministero pagò i danni alla famiglia del giovane ucciso

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Gli agenti condannati per il caso Aldrovandi dovranno risarcire il ministero degli Interni. A stabilirlo è la Corte dei Conti che ha fissato la formula in  560 mila euro.  Il ministero dell’Interno pagò i danni alla famiglia. Enzo Pontani e Luca Pollastri devono versare ciascuno 224.512 euro, Paolo Forlani e Monica Segatto, 56.128 euro. La Procura aveva chiesto 1,8 milioni.

Federico Aldrovandi, studente ferrarese, morì il 25 settembre 2005. E per la sua morte sono stati condannati quattro poliziotti per “eccesso colposo nell’uso legittimo delle armi”.