Caso Legnano, il sindaco Fratus ai domiciliari ritira le dimissioni. La Lega locale: “Siamo tutti con lui e sposiamo la sua scelta”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Gianbattista Fratus (nella foto), sindaco dimissionario dopo essere finito lo scorso maggio agli arresti domiciliari per una storia di presunta corruzione e turbativa d’asta, ha ritirato le sue dimissioni. Il segretario della Lega Lombarda, Paolo Grimoldi, e tutti i sindaci, i consiglieri regionali e i parlamentari del territorio e della provincia leghista del Ticino appoggiano la scelta di Fratus: “Non sarebbe giusto un passo indietro e attendere i tempi troppo lunghi della giustizia, per cui come Lega diciamo e ripetiamo a gran voce che siamo tutti con Giambattista Fratus e sposiamo la sua scelta di ritirare le dimissioni”. Una scelta certamente non condivisa dai 5 Stelle.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Lega & soci altamente inquinanti

Mentre in Germania per la prima volta i Verdi superano nei sondaggi i conservatori della Merkel, in Italia una destra rimasta all’uomo di Neanderthal fa disperatamente opposizione per non inserire la difesa dell’ambiente nella Costituzione. La proposta sostenuta fortemente dai 5 Stelle è stata sotterrata

Continua »
TV E MEDIA