Cavalli imbottiti di sostanze vietate. Il doping esplode nelle gare ippiche. Dal rapporto Zoomafie emergono malaffare e violenze continue sugli animali

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Cavalli dopati per correre più forte. Non c’è niente da fare quando girano soldi e interessi non si guarda in faccia a nessuno. Dal rapporto Zoomafie 2014 emergono 110 cavalli risultati positivi a sostanze vietate che correvano in gare ufficiali. Relativamente allo scorso anno ci sono stati sei interventi delle forze dell’ordine, quattro corse clandestine bloccate, 22 persone denunciate, 1 persona arrestata, 10 i cavalli sequestrati. Si legge nel rapporto che “In diciassette anni, da quando abbiamo iniziato a raccogliere i dati per il Rapporto Zoomafia, ovvero dal 1998
al 2014 compreso, sono state denunciate 3344 persone, 1238 cavalli sequestrati e 111 corse e gare clandestine bloccate”. Dal rapporto emergono violenze contro gli animali, malaffare e illegalità correlate. Fra le evidenze che emergono dal report ci sono anche il doping dei cavalli e le corse con scommesse clandestine. Oltre a essere speso dopati i cavalli sono stati spesso costretti a correre su strada, frustati. Tra i crimini anche macellazione illegale e traffico di farmaci.