Charlie Hebdo, continua la fuga dei due killer. I fratelli Said e Chérif Kouachi braccati da 88mila uomini. Ritrovata la loro auto

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Killer localizzati e teste di cuoio pronte ad entrare in azione. I fratelli Kouachi sono asserragliati tra Crepy en Valois e Villers Cotterets a circa 70 chilometri a nord da Parigi dove sono stati localizzati i due franco algerini. Anche se il ministero dell’Interno francese non conferma la presenza, citata da diversi media, dei sospetti dell’attentato di ieri a Parigi a Crépy-en-Valois o Villiers-Côterets, dove è in corso un dispiegamento di polizia, ed invita alla prudenza.

I due sospettati del massacro di ieri all’interno della redazione del giornale satirico Charlie Hebdo sarebbero stati localizzati dalla polizia secondo quanto riferisce il quotidiano ‘Le Parisien’ secondo il quale i due uomini avvistati a bordo di una Renault Clio bianca indosserebbero passamontagna e avrebbero armi automatiche a bordo del veicolo.

Dopo l’attacco di ieri a Parigi, costato la vita di 12 persone, in Francia oggi è lutto nazionale. I parigini si riuniranno oggi alle 18 in raccoglimento in Place de la Republique per manifestare contro il terrorismo che ha colpito duramente la città ieri.