Che Furore i redivivi di Raiuno. Il ritorno di Alessandro Greco suona la carica. Poi al pomeriggio Sottile e Amadeus fanno breccia

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Mentre i bagnanti italiani si preparano a trovare asilo politico sul bagnasciuga, Raiuno non si è dimenticata dei telespettatori che restano in città e ha preparato un palinsesto estivo ben assortito. Si parte con Uno Mattina Estate, condotto da Mia Ceran e Alessio Zucchini. Dalle 6:42 alle 10:30. Una maratona ambiziosa che, fra cronaca nera e politica, fa da trampolino grigio e monocorde alle trasmissioni successive. Solito stile low profile, solita scaletta prevedibile, soliti botta e risposta buttati un po’ lì per fare camerata e che invece fanno solo toccare con mano la sintonia parecchio claudicante fra i due presentatori. Niente di nuovo sotto il sole, insomma. La vera novità è Effetto Estate. Dici Alessandro Greco ed è subito Furore. Si, diciamoci la verità. Ci sono due cose che l’Italia chiede a gran voce: uscire dalla crisi economica e riportare il mitologico show musicale anni ’90 su Raidue. Ma intanto ci si accontenta di un Greco sempre simpatico che, in tandem con una brillante Benedetta Rinaldi e una Rita Forte più in forma che mai, tiene compagnia fino alle 11:30. Nel loro programma c’è un po’ di tutto: dai giochi improbabili alle interviste a braccio, dalla cronaca rosa snocciolata con sarcasmo alla lamentele casarecce sul caldo che non perdona. Il classico contenitore in cui, fra una battuta e un imprevisto della diretta, il telespettatore viene accompagnato nella sua colazione con garbata irriverenza. Ottima la scelta dei conduttori, decisamente discreti gli ascolti registrati finora. Si prosegue con Mezzogiorno Italiano, affidato all’esperienza e al volto rassicurante di Arianna Ciampoli. Dopo una lunga gavetta su Raitre, è arrivato il momento della promozione su Raiuno. L’Expo è il filo conduttore di un contenitore fatto di ricette, ospitate vip e collegamenti con le piazze per respirare il profumo della tradizione culinaria nostrana. Al suo fianco Federico Quaranta, declassato da presentatore ad inviato, ma che dà tutta l’impressione di vestire meglio questi panni da uomo di azione che si “sporca le mani” sul campo. Se il palinsesto della mattina è l’antipasto, il piatto forte cucinato da mamma Rai arriva dalle 14:00 alle 16:40 con la nuova edizione di Estate In Diretta. Al timone una bravissima Eleonora Daniele ed un neofita Salvo Sottile. Formula molto indovinata, incastro riuscito, che fa dimenticare per un attimo la bravura inossidabile del team Parodi /Liorni. E poi un plauso al coraggio. In un universo televisivo che non ha più voglia di sperimentare, assistere all’accigliato presentatore siciliano che si avventura anche in blocchi dal piglio scientifico come “l’estate dei vip” o ”la cellulite di Emma Marrone”, lui che avevamo visto solo alle prese con omicidi irrisolti o gialli dalla trama intricatissima, è trasversalità pura. In chiusura di un palinsesto ricco e variegato c’è una granitica conferma: un Amadeus più carico che mai alla conduzione di una delle edizioni più fortunate del suo Reazione a catena.