Chi è Claudio Giardiello. Il killer di Milano annaspava tra società fallite o liquidate. In un mare di debiti e di guai giudiziari

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Volevo vendicarmi di chi mi ha rovinato”, avrebbe detto il killer ai militari che lo ammanettavano. Giardiello, 57 anni, è nato a Benevento il 6 marzo del 1958 ed è residente in Brianza, a Brugherio. Deteneva alcune quote in due società immobiliari, entrambe fallite, la prima nel 2008, la seconda nel 2012. Il killer risultava tra gli imputati nel processo Magenta Immobiliare. Non nel processo Eutelia, come riferito nei primi concitati momenti seguiti alla strage milanese. Una società in profondo rosso quella della Magenta Immobiliare, visto che aveva un passivo di quasi 3 milioni di euro. E lo scorso mese di dicembre il liquidatore aveva disponibilità per 284 mila euro. Lorenzo. Ma alle sue spalle ci sarebbero anche altre situazioni aziendali scricchiolanti tra società fallite, cessate o liquidate. Insomma un uomo in un mare di debiti e anche di troppi guai giudiziari. Fino alla follia nelle stanze del palazzo di giustizia di Milano.