Covid-Party: la festa di Pasqua abusiva a Primavalle. Poi arrivano i carabinieri

via emma carelli primavalle festa di pasqua abusiva
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Nel pomeriggio di ieri, su segnalazione al 112, i Carabinieri della Stazione di Roma Montespaccato hanno scoperto una festa di Pasqua abusiva a Primavalle. Insieme ai colleghi della radiomobile hanno sanzionato 10 persone.

La festa di Pasqua abusiva a Primavalle: arrivano i carabinieri

I carabinieri sono intervenuti in via Emma Carelli, quartiere Primavalle, dove poco prima alcuni residenti avevano segnalato diverse persone intente a festeggiare all’interno di un appartamento. I militari dopo aver raggiunto l’abitazione, all’indirizzo indicato, hanno interrotto la festa e identificato tutti i presenti, parenti ed amici. Successivamente sono stati sanzionati in violazione della normativa per contenere il contagio da CoViD-19.

Sanzioni per ottomila euro a venti persone invece a Comacchio. Erano le 23 di sabato scorso quando dopo diverse segnalazioni giunte da cittadini i carabinieri sono arrivati in un appartamento in viale Mare Adriatico di Lido di Pomposa. I militari giunti sul posto hanno trovato la festa in pieno svolgimento con musica e schiamazzi. Le pattuglie del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Comacchio e della Stazione di Porto Garibaldi hanno identificato i partecipanti. Erano tutti del posto e in base alla normativa di contenimento del Covid, hanno sanzionato una ventina di persone, tutti tra i 17 ed i 25 anni, residenti in zona. L’ammontare delle contravvenzioni si è attestato ad 8.000 euro. Tutte per la violazione delle norme di contenimento pandemico, per le 4 minorenni il verbale verrà notificato anche ai genitori, responsabili in solido per il pagamento della sanzione.

Sorpresa invece nella zona di viale Redi a Firenze. A chiamare la polizia un cittadino: secondo quanto spiegato parlava di schiamazzi provenire da un appartamento. Gli agenti, una volta arrivati, non hanno però trovato riscontri alla segnalazione. Hanno invece avvertito, scendendo le scale dello stabile, un forte odore di sostanza stupefacente provenire da un’abitazione. E’ così scattato il controllo che ha portato alla scoperta della marjuana. Denunciato un italiano di 60 anni per produzione e detenzione di droga.

Leggi anche: A Tor Vergata si presentano in 40 al centro vaccini ma trovano chiuso: tra loro una centenaria