Da oggi torna in edicola l’Unità. Erasmo De Angelis il direttore. Al Pd il 20% del quotidiano fondato da Gramsci. E Renzi si intesta i meriti della rinascita

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Lo stop alle rotative c’era per l’Unità c’era stato lo scorso 31 luglio. Oggi, a quasi un anno di distanza, il quotidiano fondato da  Gramsci torna in edicola. Il direttore è Erasmo De Angelis che ha così commentato: “Per tanti quella di oggi è un giornata storica, torna in edicola un monumento dell’informazione nazionale, Sarà un’oasi di riflessione con grandi analisi e racconti del mondo. Un racconto in positivo che non segue l’onda degli allarmi”. Matteo Renzi, dopo qualche tentennamento dinanzi alla chiusura dello scorso anno, ora se ne intesta i meriti del ritorno in edicola: “Il Pd ha deciso di metterci la faccia con il suo impegno societario pari al 20%. Abbiamo mantenuto la promessa di riaprire l’Unità e oggi è un giorno di festa”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La solita Lega di Lotta e di Governo

Con la maggioranza gialloverde aveva fatto incassare bene al botteghino elettorale. Quindi niente di strano se torniamo a vedere il film della Lega di lotta e di governo. Il copione è sempre lo stesso. Salvini promette cose impossibili, illudendo un’Italia stremata dalle misure anti-Covid che

Continua »
TV E MEDIA