Denise Pipitone, si torna alla vecchia pista della nomade ripresa a Milano insieme a una bambina. Gli avvocati la stanno cercando

Denise Pipitone
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Il caso di Denise Pipitone, la piccola scomparsa da Mazara del Vallo il 1° settembre 2004, non smette di riservare colpi di scena. Dopo l’ispezione dei giorni scorsi, all’interno di una casa di via Pirandello a Trapani, per verificare una macabra segnalazione, rispetto alla presenza del cadavere della piccola Denise, celata da un muro costruito appositamente, ora torna il caso della nomade ripresa a Milano in compagnia di una bambina dalla guardia giurata Felice Grieco.

Questa mattina Mattino Cinque ha mostrato un confronto fotografico tra la donna che nel dicembre 2015 fece una chiamata anonima a Piero Pulizzi, papà di Denise Pipitone, e la donna ripresa a Milano nell’ottobre del 2015 con una bambina molto somigliante alla piccola scomparsa da Mazara del Vallo.

L’avvocato Giacomo Frazzitta, legale della famiglia Pipitone, nel corso della trasmissione ha fatto sapere di essere sulle tracce della donna. La redazione di Mattino Cinque ha trovato conferma di questa dichiarazione in un post di Twitter scritto da un legale che conferma la testimonianza resa ai Carabinieri dalla nomade della fotografia.

Frazzita, inoltre, commentando la foto, sempre ai microfoni di Mattino Cinque, ha affermato che la somiglianza tra le due donne è impressionante e ha aggiunto: “Non sappiamo se la bimba ripresa a Milano fosse Denise ma e’ importante trovare la nomade che era con lei. Se la trovassimo almeno potremmo toglierci questo dubbio. Questa foto ha delle somiglianze importanti con la donna che accompagnava la piccola ripresa a Milano”.