Di Maio mantiene la parola. Sono rientrati i primi 160 italiani bloccati nel Regno Unito

LUIGI DI MAIO
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Come da programma, sono rientrati a Roma, con un volo Alitalia atterrato all’aeroporto di Fiumicino da Londra Heathrow, i primi 160 italiani che risultavano residenti in Italia o in condizioni di urgenza o criticità come previsto dall’ordinanza firmata dai ministri Luigi Di Maio, Roberto Speranza e Paola De Micheli. Il piano di rientro, fortemente voluto dalla Farnesina, è stato necessario per mettere fine alla crisi scaturita dallo stop ai voli deciso dalla maggioranza dei Paesi Ue con l’intento di limitare il contagio del nuovo ceppo del Covid-19 che si è largamente diffuso nel Regno Unito.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La scelta responsabile di un leader

Bisogna aver bisticciato da piccoli con la matematica e la logica politica per sostenere che Giuseppe Conte abbia rinunciato a candidarsi alla Camera a Roma (leggi l’articolo) per paura di essere battuto da Calenda e Renzi. I due, che insieme non arrivano al 4% nazionale,

Continua »
TV E MEDIA