Il Dieselgate si allarga. Oltre 2 milioni le Audi coinvolte nello scandalo emissioni. E intanto l’ex ad Volkswagen Winterkorn risulta indagato per truffa

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

L’inchiesta Volkswagen tira in ballo anche tanti modelli Audi che sarebbero coinvolti nello scandalo emissioni. Sarebbero 2,1 milioni di veicoli in tutto il mondo della casa automobilistica, ramo di lusso della tedesca Volkswagen, sono stati equipaggiati con un software studiato per falsare i test sulle emissioni. Di questi 2,1 milioni sono 1,42 milioni i veicoli venduti in Europa Occidentale, di cui 577 mila in Germania. Il problema oltre ad Audi, riguarda anche i marchi Skoda, Seat e alcuni veicoli leggeri da trasporto. Volkswagen, intanto, sta lavorando per trovare una soluzione tecnica al problema. I PRIMI PROVVEDIMENTI Il nuovo amministratore delegato Mueller promette pulizia e già sono stati sospesi i primi manager. Sospesa la vendita di modelli Euro 5 in Italia e 10 giorni di tempo per pulire i veicoli. In Borsa il titolo cede a Francoforte il 4% a 110,8 euro nella versione ordinaria e il 2,9% a 104,1 euro in quella privilegiata. Lo scandalo che vede coinvolta la casa tedesca pesa ancora sull’intero settore auto europeo (Djstoxx -2,4%). Per quanto riguarda l’inchiesta penale l’ex amministratore delegato, Martin Winterkorn, risulta indagato per truffa in Bassa Sassonia.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA