DiMartedì batte ancora Ballarò. E Giannini viene preso in giro pure da uno dei suoi ospiti. Lo scrittore Corona: “È inutile stare qui a fare tanti programmini, ecco perché Floris fa più audience di lei”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Non c’è più storia nella sfida tra diMartedì e Ballarò. Da sei puntate ormai il programma di Giovanni Floris ha la meglio su quello di Massimo Giannini. Nella serata di ieri diMartedì, su La7, è stato visto da 1 milione 186mila telespettatori con share del 6,15% contro 1 milione 152mila e share del 5,18% di Ballarò. Ascolti alla mano ha funzionato bene il programma traino di La7, “8 e mezzo” di Lilli Gruber che è stato visto da 1 milione 665mila spettatori, con share del 6,71%. E la tirata d’orecchie a Giannini è arrivata proprio alla fine della puntata di ieri da un suo ospite, lo scrittore, alpinista e scultore Mauro Corona che lo ha rimproverato di aver dedicato poco tempo al tema dell’acqua, molto più importante del Jobs Act: “È inutile stare qui a fare tanti programmini, ecco perché Floris fa più audience di lei”.

Successo di pubblico anche per le due nuove puntate di “Gomorra – La serie” che sono stati visti, su Sky Atlantic, da da 1 milione 153 mila spettatori. Ad aggiudicarsi la prima serata è stata, però, l’ultima puntata della serie “Il Sistema”, su Rai1, che ha ottenuto il 19,46% di share con 4 milioni e 572 mila spettatori.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quell’asse Draghi-Renzi sui Servizi

A volte guarda che strane le coincidenze! Il direttore del Dis (il coordinamento dei Servizi segreti) Gennaro Vecchione informa il Copasir, cioè il Parlamento, che lo 007 Marco Mancini ha incontrato Matteo Renzi nell’autogrill di Fiano Romano senza informare i superiori, e 48 ore dopo

Continua »
TV E MEDIA